sabato,Giugno 25 2022

La Camera Penale di Cosenza si scusa con un avvocato di Milano

Nei giorni scorsi, un avvocato di Milano è stato vittima di un episodio increscioso all’interno del tribunale di Cosenza, al pari di un carabiniere arrivato dalla città lombarda per testimoniare in un processo monocratico dinanzi a un giudice di Cosenza. Secondo quanto ricostruito dal Quotidiano del Sud, un pm Vpo – apprendendo della provenienza del

La Camera Penale di Cosenza si scusa con un avvocato di Milano

Nei giorni scorsi, un avvocato di Milano è stato vittima di un episodio increscioso all’interno del tribunale di Cosenza, al pari di un carabiniere arrivato dalla città lombarda per testimoniare in un processo monocratico dinanzi a un giudice di Cosenza. Secondo quanto ricostruito dal Quotidiano del Sud, un pm Vpo – apprendendo della provenienza del legale Elena Maria Denti – si sarebbe spostata dalla zona in cui è presente il tavolo della pubblica accusa, temendo di poter contrarre il coronavirus.

Elena Maria Denti aveva specificato di aver chiamato nei giorni scorsi in cancelleria per spiegare che sarebbe arrivata dalla Lombardia e se al riguardo vi fossero delle particolari disposizioni. Ma nessuno ha risposto alla stessa che, quindi, si è presentata regolarmente in udienza. Da qui l’equivoco in udienza.

Le scuse della Camera Penale di Cosenza

La Camera Penale di Cosenza, a testimonianza della veridicità del fatto, ha inviato una lettera di scuse all’avvocato Elena Maria Denti. La nota, a firma del presidente Pietro Perugini, recita così: «Gentilissima Collega, a nome della Camera Penale di Cosenza Avvocato Fausto Gullo, desidero scusarmi con Te per l’increscioso episodio che Ti ha coinvolta, nel corso dell’udienza penale del 26 febbraio u.s., presso il nostro Tribunale.
L’accaduto è, purtroppo, la conseguenza di un esasperato clima di paura, alimentato, anche, da una esagerata informazione allarmistica, che ha contaminato l’intero territorio nazionale» si legge nella missiva.

«Sono certo che avrai compreso il clima del momento e spero di poterTi accogliere, con la nota ospitalità che ci caratterizza, in una prossima occasione. Colgo l’occasione per inviarTi i miei migliori e cordiali saluti» conclude Perugini.