lunedì,Maggio 20 2024

Terremoto, controlli nelle scuole: i primi risultati

La prudenza non è mai troppa, specie quando si parla di scuole e terremoto. Dopo il sisma di lunedì, quindi, il Comune di Cosenza ha disposto una serie di sopralluoghi nelle scuole cittadine per controllare che le strutture non abbiano riportato danni. A occuparsi dei sopralluoghi, Antonella Rino, dirigente della Protezione civile comunale, e Giuseppe

Terremoto, controlli nelle scuole: i primi risultati

La prudenza non è mai troppa, specie quando si parla di scuole e terremoto. Dopo il sisma di lunedì, quindi, il Comune di Cosenza ha disposto una serie di sopralluoghi nelle scuole cittadine per controllare che le strutture non abbiano riportato danni. A occuparsi dei sopralluoghi, Antonella Rino, dirigente della Protezione civile comunale, e Giuseppe Bruno, dirigente del settore Manutenzione ordinaria e straordinaria. Insieme a lori, gli ingegneri Mario Colucci e Raffaele Sottile. Rino e Bruno hanno esposto stamattina i risultati dei controlli durante la seduta congiunta delle commissioni Lavori pubblici e Cultura, presiedute rispettivamente da Anna Rugiero e Alessandra De Rosa.

Le scuole visitate dai tecnici

Gli istituti sotto esame sono stati numerosi. Sopralluoghi in via Misasi per la scuola media e quella elementare, l’asilo “Evelina Cundari” e il nido comunale Adiss. Ma la prima tranche di verifiche post terremoto ha interessato anche le scuole di via De Rada, via Aldo Moro, via Saverio Albo, Via Milelli, Via Negroni. Così come la scuola dell’infanzia ed elementare Cuturella, la scuola Falcone, la media e l’asilo Fausto Gullo di via Popilia.

Piccoli danni dopo il terremoto, ma tutto ok

I tecnici hanno spiegato alle commisioni di aver provveduto soltanto alla ricognizione di eventuali danni provocati dal sisma di lunedì scorso. Per valutare la sicurezza strutturale delle scuole, infatti, è necessario un approccio più approfondito con rilievi, prove e studi di vulnerabilità con modellazione sismica.

«Per tutte le scuole – il responso dei test comunicato ai consiglieri – non si registrano danni alle strutture. Si può ragionevolmente affermare che la sicurezza strutturale degli edifici non ha subito modifiche dovute al sisma. Piccole evidenze di lesioni o distacchi hanno riguardato elementi divisori o, in pochi casi, i muri di tompagno. In altri casi sono stati riscontrati distacchi di materiale tra i giunti di strutture adiacenti e strutturalmente indipendenti». Per i piccoli danni che sono stati riscontrati i dirigenti comunali hanno disposto immediati lavori di ripristino. I sopralluoghi saranno completati nelle prossime ore nelle altre scuole della città non ancora sottoposte a controllo. I tecnici riferiranno nei prossimi giorni il loro esito.

Articoli correlati