martedì,Settembre 27 2022

Altri sette casi sospetti tra Cosenza e Castrovillari: la situazione

Ci sono altri sette casi sospetti a Cosenza e provincia. I pazienti sono arrivati tra ieri notte e stamane, lamentando sintomi che fanno temere un contagio da Covid-19. I tamponi sono stati effettuati su tutti e ora si attendono i risultati del test. Tre persone, una residente in un paese della provincia e due originari

Altri sette casi sospetti tra Cosenza e Castrovillari: la situazione

Ci sono altri sette casi sospetti a Cosenza e provincia. I pazienti sono arrivati tra ieri notte e stamane, lamentando sintomi che fanno temere un contagio da Covid-19. I tamponi sono stati effettuati su tutti e ora si attendono i risultati del test. Tre persone, una residente in un paese della provincia e due originari della Costa Tirrenica, sono attualmente ricoverate nel reparto di “Malattie Infettive” dell’ospedale dell’Annunziata, mentre quattro si trovano a Castrovillari che, nel tempo record di 24 ore, ha allestito, un reparto di Malattie Infettive completo di 4 posti di Rianimazione. I pazienti ricoverati nella città del Pollino provengono dalla Costa Tirrenica.

La smentita del sindaco di Diamante

Il sindaco Ernesto Magorno, tuttavia, ha smentito la notizia da noi riportata su un cittadino di Diamante, ricoverato a Castrovillari.

Il riepilogo in provincia di Cosenza

Al momento nella provincia di Cosenza i casi di coronavirus confermati e ricoverati in ospedale sono otto: un informatore scientifico e una signora di Corigliano (entrambi in Terapia Intensiva); un assicuratore, originario di Altomonte, residente a Roggiano Gravina; un dentista di Cariati; un anziano 78enne di Corigliano; la moglie dell’informatore scientifico residente a Rende, ricoverato venerdì scorso; l’anziano dializzato di Cetraro, il famoso “paziente 1” calabrese; un uomo residente a Paola, arrivato ieri notte all’ospedale di Cosenza.

Articoli correlati