CronacaIn evidenza home

Riaprono in due fasce orarie il Parco Piero Romeo e il Parco Remì. L’ordinanza di Occhiuto

Il sindaco Mario Occhiuto ha firmato un'ordinanza con cui riapre parzialmente il Parco Piero Romeo e il Parco Remì. Ecco gli orari stabiliti.

Il sindaco Mario Occhiuto, con ordinanza contingibile e urgente, autorizza la fruibilità, in determinati orari, del Parco Piero Romeo e del Parco Remì da parte di cittadini che versano in particolari situazioni. Il provvedimento del Sindaco ha fatto seguito ad una esplicita richiesta, pervenuta all’Amministrazione comunale, per prendere in considerazione la situazione particolarmente difficile in cui versano le famiglie nelle quali sono presenti persone affette da sindrome autistica, per le quali, specie in questo momento ricco di tensione, è assolutamente auspicabile consentire loro di poter uscire di casa.

Nel confermare il generale divieto di accesso del pubblico ai due parchi pubblici, l’ordinanza ha autorizzato la loro parziale fruizione da parte delle sole famiglie direttamente interessate dalle speciali condizioni previste nello stesso provvedimento, dal lunedì al venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,00, nonché sabato e domenica dalle ore 16,00 alle 19,00. L’Associazione “La terra di Piero” che già cura il Parco attrezzato “Piero Romeo” si è resa disponibile a coadiuvare le operazioni di accesso ai parchi dei cittadini ai quali è consentito, impegnandosi a richiamare l’attenzione sul rispetto delle misure di distanziamento sociale, ferma restando la primaria attività di controllo affidata alle Forze di polizia statali e locali.

L’ordinanza del Sindaco autorizza i componenti conviventi delle famiglie in cui siano presenti persone affette da autismo e quelle in cui siano presenti componenti che versino in una qualsiasi altra e diversa condizione certificata dall’autorità sanitaria, ad allontanarsi dalla loro abitazione per recarsi presso i parchi comunali Remi e Piero Romeo. La persona autorizzata alla fruibilità dei parchi potrà essere accompagnata da uno o più dei componenti il nucleo familiare.

L’ordinanza stabilisce inoltre a carico dei familiari accompagnatori l’onere di produrre, a richiesta delle forze di polizia statali e locali, l’autocertificazione del caso e la documentazione sanitaria attestante la particolare condizione che rende necessaria la frequentazione dei parchi pubblici. È altresì preciso onere dei familiari accompagnatori rispettare la c.d. “distanza sociale” interpersonale di almeno un metro, oltre che far rispettare tale misura da parte dei componenti l’intero nucleo. L’ordinanza cesserà di avere efficacia, in presenza e per effetto di un successivo diverso provvedimento e, in ogni caso, al momento del venir meno dell’inibitoria generale alla fruizione dei parchi cittadini disposto dall’Autorità statale e regionale. A tutte le Forze di polizia e, in particolare, alla Polizia municipale viene demandata la costante vigilanza sul rispetto delle prescrizioni dell’ordinanza».

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina