Dalla CalabriaIn evidenza home

Calabria, la sorella di Rino Gaetano: «Usato il brano senza permesso»

La sorella di Rino Gaetano avrebbe voluto che la Regione Calabria la contattasse per chiedere l'autorizzazione ad utilizzare "A mano a mano". «Le canzoni sono come quadri e i quadri hanno degli autori che vanno rispettati».

«Bisogna chiedere prima di agire. Le canzoni sono come quadri e i quadri hanno degli autori che vanno rispettati». Anna Gaetano è la sorella di Rino Gaetano e commenta così l’utilizzo della canzone scritta da Cocciante e Luberti, arrangiata e interpretata da suo fratello, per il video “Riparti Calabria”, realizzato dalla Regione Calabria e postato oggi sui canali social ufficiali della presidenza. La canzone è “A mano a mano”.

«Non si fa così, mi dispiace dirlo ma avrebbero dovuto avvertirmi e chiedermi il permesso per utilizzare quel brano. È un gesto che denota poco rispetto, non solo nei confronti di Rino che ha curato l’arrangiamento, ma anche di Cocciante, Luberti e della Sony. A me non è arrivata nessuna richiesta di autorizzazione, credo neanche alla casa discografica altrimenti la Sony mi avrebbe sicuramente avvertito. Da una parte sono contenta che si è pensato subito a Rino ma dall’altra sono amareggiata per questa prepotenza».

Anna Gaetano non usa mezzi termini: «In fondo basta chiedere: la posso usare questa canzone? Se mi avessero contattata, da parte mia avrei anche detto di sì, ma nessuno mi ha chiamato. Per esempio, ho dato il consenso all’uso di “Il cielo è sempre più blu” quando gioca il Crotone; me l’hanno prima chiesto e non ho avuto problemi a dire di sì, anche perché anche io tifo Crotone».

Tags
Mostra altro

Alessia Principe

Alessia Principe è una giornalista professionista. Nata a Cosenza, si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli studi di Messina. Durante gli studi, ha iniziato a lavorare come cronista per il quotidiano Edizione della Sera, occupandosi di cronaca. Subito dopo la laurea è diventata parte della redazione del quotidiano regionale Calabria Ora occupandosi delle pagine di spettacoli e cultura. Con la nomina di Piero Sansonetti come direttore de L’Ora della Calabria, ha ricoperto il ruolo di responsabile del settore Spettacoli e Cultura dell'inserto “Macondo”. Nel 2014, è stata responsabile per la Calabria delle pagine di Cultura del quotidiano Il Garantista. Nel 2016 la sua mostra video-fotografica “Stati Uniti della Sila”, è stata esposta a Palazzo Arnone, prima personale realizzata interamente con smartphone a essere ospitata da una galleria nazionale in Italia. Nel 2018 ha pubblicato “Tre volte”, il suo primo romanzo per i tipi di Bookabook. Scrive di cinema per il blog dell’Huffington Post e racconti per riviste letterarie. Ha partecipato alla stesura della sceneggiatura del documentario “Il sogno di Jacob” ispirato alla vita di Nik Spatari e alla nascita del Musaba.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina