martedì,Agosto 9 2022

Cosenza-Trapani: le pagelle dei calciatori rossoblù

PERINA: VOTO 6 Rischia di parare il quarto rigore stagionale, ma il tiro di Taugourdeau è troppo piazzato per essere respinto. Idem sul gol da lontano di Dalmonte. Qualche colpa sul rigore: l’uscita a vuoto cambia la struttura difensiva della squadra. CAPELA: VOTO 5.5 Non gioca male, ma non riesce a dare la stessa sicurezza

Cosenza-Trapani: le pagelle dei calciatori rossoblù

[nextpage title=”PERINA” ]

PERINA: VOTO 6 Rischia di parare il quarto rigore stagionale, ma il tiro di Taugourdeau è troppo piazzato per essere respinto. Idem sul gol da lontano di Dalmonte. Qualche colpa sul rigore: l’uscita a vuoto cambia la struttura difensiva della squadra.

[/nextpage]

[nextpage title=”CAPELA” ]

CAPELA: VOTO 5.5 Non gioca male, ma non riesce a dare la stessa sicurezza che potrebbe dare Idda. Il centrale portoghese talvolta sbaglia la posizione e costringe Schiavi a recuperare.

[/nextpage]

[nextpage title=”SCHIAVI” ]

SCHIAVI: VOTO 5.5 Stende Piszczek in area di rigore e regala un penalty evitabile che porta in vantaggio gli avversari. Si rifà recuperando due volte gli errori di Capela e procurandosi un tiro dal dischetto a sua volta.

[/nextpage]

[nextpage title=”LEGITTIMO” ]

LEGITTIMO: VOTO 6.5 Il migliore dei tre, sempre sicuro, sempre pronto, sempre sul pezzo. Il salentino riesce sempre ad uscire, anche da situazioni complicate, con calma e con la palla al piede

[/nextpage]

[nextpage title=”CASASOLA” ]

CASASOLA: VOTO 6.5 Nel primo tempo è un tempo di gioco indietro a quanto visto nelle due gare precedenti, ma si sovrappone sempre. La sua corsa con l’assist per Báez sull’1-2 è una poesia in movimento.

[/nextpage]

[nextpage title=”BRUCCINI” ]

BRUCCINI: VOTO 5 Ha l’occasione per rimettere in parità la partita ma lui, specialista dal dischetto, sbaglia il secondo rigore della sua esperienza rossoblù, entrambi contro il Trapani. Procura anche la punizione del vantaggio siciliano, dimenticandosi di tornare dietro. A fine primo tempo Occhiuzzi lo sostituisce con Sciaudone.

[/nextpage]

[nextpage title=”BROH” ]

BROH: VOTO 6 A sorpresa dal primo minuto, non sfigura di fianco al più esperto capitano e compagno di reparto. Anzi, regge il centrocampo da solo con tanto fisico e molta corsa. Perde tempi di gioco, ma è sempre sul pallone.

[/nextpage]

[nextpage title=”BITTANTE” ]

BITTANTE: VOTO 6 Preferito per la seconda volta consecutiva a D’Orazio, gioca una gara di sostanza e presenza. Impreciso nei cross, ma tanto cuore e tanta corsa. Ha il merito di creare due occasioni nitide, ma anche il demerito di sprecarle entrambe.

[/nextpage]

[nextpage title=”MACHACH” ]

MACHACH: VOTO 6 Punta e salta l’uomo con una facilità disarmante per i primi 20′, poi cala ma lascia sempre l’apprensione ai giocatori avversari. Nella ripresa lascia il posto a Rivière.

[/nextpage]

[nextpage title=”ASENCIO” ]

Perla Fifa Asencio dovrebbe lasciare il Cosenza dopo il 30 giugno
Perla Fifa Asencio potrebbe lasciare il Cosenza dopo il 30 giugno

ASENCIO: VOTO 6.5 Sembra un pesce fuor d’acqua rispetto ai suoi soliti standard, ma ha intelligenza calcistica da vendere: il modo in cui attende l’arrivo di Casasola sull’1-2 è da giocatore superiore. Procura il rosso a Pagliarulo e, quando tutto sembra finito, segna il pari all’ultimo respiro.

[/nextpage]

[nextpage title=”BAEZ” ]

BAEZ: VOTO 6.5 Come al solito: sembra sempre stare fuori dal gioco, ma quando decide di cambiare passo col pallone fa quello che vuole. Inizia e conclude l’azione dell’1-2 con un’accelerazione infinita e arriva in area senza stare in debito di ossigeno. Nella ripresa si spegne e non riesce ad incidere.

[/nextpage]

[nextpage title=”OCCHIUZZI” ]

Mister Occhiuzzi

OCCHIUZZI: VOTO 6 Imposta la partita giusta, gli episodi girano dalla parte sbagliata ma lui non si scoraggia e dà fiducia ai suoi, ripagato con un punto d’oro. Osa col 4-2-4 e viene premiato: dove osano i Principi. Ma non poteva fare altro sotto nel punteggio.

[/nextpage]

[nextpage title=”SUBENTRATI” ]

SCIAUDONE: VOTO 6.5 Pur non essendo il suo ruolo, giostra bene e sfiora anche il gol, negato solo da un miracoloso Carnesecchi.
RIVIERE: VOTO 6 Molto bene nei movimenti, ma con Asencio si pestano necessariamente i piedi. Intelligente nel chiudere gli uno-due, quando si vede in area è sempre pericoloso. Carnesecchi gli nega il gol in diverse occasioni.
MONACO: VOTO 6 Entra e dà la giusta sicurezza alla difesa, tenendo la barra dritta senza sbagliare mai. L’unico errore, decisivo, lo fa all’ultimo secondo, quando perde la pazienza e atterra Evacuo a palla lontana.
CORSI: VOTO 5.5 La differenza con Casasola si vede e si sente, ma lui ci mette cuore e anima per evitare di farla sentire. Si propone bene, ma troppe ingenuità in fase difensiva ne intaccano la valutazione.
CARRETTA: VOTO 5.5 Non una buona partita da parte dell’esterno, che sbaglia tutti gli uno contro uno. Entra male.

[/nextpage]