Dalla CalabriaIn evidenza home

«Un killer di Belvedere Marittimo per uccidere Gratteri»

Nicola Gratteri, procuratore capo di Catanzaro, sarebbe nel mirino delle cosche vibonesi. La rivelazione in una lettera anonima inviata ai carabinieri di Lagonegro.

Nicola Gratteri sarebbe nel mirino della cosca “Mancuso” di Limbadi. A rivelarlo è il Fatto Quotidiano che pubblica una lettera anonima recapitata ai carabinieri di Lagonegro, all’interno della quale sarebbe illustrata l’intenzione delle cosche vibonesi di uccidere l’attuale procuratore capo di Catanzaro. La missiva minatoria è già sul tavolo della procura di Salerno che indaga sui magistrati in servizio presso il Distretto Giudiziario di Catanzaro.

Chi ha inviato la lettera ai carabinieri di Lagonegro, comune in provincia di Potenza, avrebbe riferito anche la residenza del killer, assoldato per eliminare il magistrato di Gerace. Nella missiva infatti si fa riferimento a un soggetto residente nel comune di Belvedere Marittimo. Il compito dei magistrati della procura di Salerno ora sarà quello di verificare l’attendibilità della lettera o ritenere che la stessa sia stata scritta da un mitomane. Il M5S e altre forze politiche hanno espresso solidarietà nei confronti di Nicola Gratteri.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina