Cosenza Calcio

Cosenza-Perugia 2-1: come cambia la vita per i Lupi. B come Bruccini e Baez…

Cosenza-Perugia regala emozioni fino all'ultimo secondo quando Capela evita una beffa assurda salvando sulla linea di porta. A segno Bruccini e Baez.

Una vittoria per i rossoblù in Cosenza-Perugia che rilancia le ambizioni dei padroni di casa. Al contrario, inguaia e non poco gli umbri che adesso dovranno sudare le sette camicie per salvarsi. Bruccini e Baez hanno risolto un match che Idda e compagni hanno interpretato bene fin dall’inizio mostrando quella grinta che a La Spezia avevano smarrito in albergo. Si resta aggrappati con le unghie e con i denti alla Serie B come ha fatto Capela al 94′ salvando sulla linea di porta.

Asencio e Riviere insieme

Occhiuzzi va all-in e manda in campo dal 1’ sia Asencio che Riviere. I due bomber giocano fianco a fianco, con Baez che agisce da trequartista. In difesa Capela rileva Schiavi, mentre a destra la sorpresa è l’esclusione di Casasola. Gioca Corsi. Serse Cosmi, invece, accantona il trequartista e rinforza il centrocampo con Kouan, inseguito da Trinchera in almeno due sessioni di calciomercato. Al fianco di Iemmello c’è Melchiorri e non Falcinelli.

Ancora Bruccini

L’atteggiamento del Cosenza è quello giusto, il Perugia ha difficoltà nell’uscire palla al piede perché i Lupi pressano i terzi di difesa e Carraro. La pressione è costante, asfissiante, e il vantaggio è quasi lo sbocco naturale delle cose. Arriva su angolo, ma a margine di un contropiede non concretizzato solo per una grande diagonale di Mazzocchi. Sulla spizzicata di Capela, Bruccini si fa trovare pronto sul secondo palo e gonfia la rete per l’ottava volta in stagione. La reazione degli ospiti è affidata più che altro alla verve di Iemmello e a qualche invenzione di Nicolussi Caviglia. Poca roba però, perché Baez e soci ripartono che è una bellezza e sprecano due volte il raddoppio. 

Tre punti vitali da Cosenza-Perugia

Cosmi apporta qualche accorgimento nell’intervallo e chiede ai suoi di alzare il baricentro. Inevitabilmente si aprono praterie per il tridente dei Lupi. Imboccando una di queste, Baez arriva in area avversaria e fa l’unica cosa che non andava fatta: sbagliare l’assist. Dall’altra parte un impeccabile Idda rischia di combinare una frittata su Iemmello, ma l’arbitro sorvola. Poi Bittante svirgola in area e apparecchia per Kouan che scheggia il palo con una rasoiata. A quel punto, dopo la girandola delle sostituzioni da ambo le parti, il Grifo si sistema (col favore degli avversari) nella metà campo opposta. Le armi di Occhiuzzi sono il contropiede e una maniaca attenzione in fase di non possesso. E’ così che Baez si invola verso Vicario e lo supera con un pallonetto fortunoso, ma dal peso specifico incommensurabile. La zuccata di Falcinelli serve solo a riaprire il match nei minuti finali, ma non ha valore se non per le statistiche di Cosenza-Perugia. 

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina