GiudiziariaIn evidenza home

Reggio Calabria, tentò di uccidere l’ex moglie: condannato a 18 anni

Nel marzo del 2019 Ciro Russo evase dai domiciliari nel tentativo di uccidere l'ex moglie nel comune di Reggio Calabria. Ora la condanna.

Il gup del tribunale di Reggio Calabria ha condannato a 18 anni di carcere Ciro Russo, l’uomo che il 12 marzo del 2019 evase dagli arresti domiciliari ad Ercolano, raggiungendo la città reggina, dove tentò di uccidere l’ex moglie Maria Antonietta Rositani, dandole fuoco. La procura di Reggio Calabria aveva invocato una condanna più dura, 20 anni di reclusione, ma il giudice per l’udienza preliminare ha inflitto una pena leggermente più bassa. 

Catturato dopo due giorni di ricerche

La Squadra Mobile arrestò Ciro Russo dopo due giorni di ricerche, trovando l’uomo all’esterno di una pizzeria. La donna, invece, è stata ricoverata per quasi un anno al Policlinico di Bari nel reparto dei Grandi ustionati. Russo deve rispondere di tentato omicidio pluriaggravato, maltrattamenti in famiglia, uccisione di animali ed evasione. 

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina