martedì,Febbraio 7 2023

Mendil, Baclet, Rivière e Sacko. Se a Cosenza il gol parla francese…

Se c’è una Nazione straniera indissolubilmente legata a Cosenza, al di là dell’Albania, questa è sicuramente la Francia. La dominazione angioina del ‘400 lasciò in eredità alla terra bruzia una musicalità invadente presente ancora oggi. Da quattro anni a questa parte, all’ombra del Castello Svevo anche il gol ha ripreso a parlare la lingua d’Oltralpe.

Mendil, Baclet, Rivière e Sacko. Se a Cosenza il gol parla francese…

Se c’è una Nazione straniera indissolubilmente legata a Cosenza, al di là dell’Albania, questa è sicuramente la Francia. La dominazione angioina del ‘400 lasciò in eredità alla terra bruzia una musicalità invadente presente ancora oggi. Da quattro anni a questa parte, all’ombra del Castello Svevo anche il gol ha ripreso a parlare la lingua d’Oltralpe. Merito dei bomber che hanno attraversato il confine con la Liguria per portare in alto i colori rossoblù. Allan Baclet ed Emmanuel Rivière hanno tracciato il solco già scavato da Nassim Mendil. Riuscirà Ihsan Sacko a ripercorrere le orme dei tre predecessori?

[nextpage title=”MENDIL” ]

Il primo grande francese del nuovo millennio sbarcato in riva al Crati. Il fantasista arrivò alla corte di Gigi De Rosa nell’estate del 2001. Dopo un’inizio fatto di pochi minuti, con l’arrivo di Mondonico si scatena. Nassim Mendil segna sei reti in cinque partite consecutive, facendo culminare questa streak con la doppietta al Crotone. A fine anno saranno dieci le marcature in trenta partite, un ottimo bottino per un semisconosciuto.

[/nextpage]

[nextpage title=”BACLET” ]

Il nome della Serie B, senza “se” e senza “ma”. Se si pensa alla vittoria dei play-off, il fu numero 16 dei Lupi resta l’uomo del destino. Eppure, già al primo anno, quel 2016/’17 culminato con l’eliminazione patita contro il Pordenone, Pierre Allan Baclet aveva fatto benissimo, con undici reti in ventinove gare. Nelle sette partite giocate fra maggio e giugno 2018, però, incise il suo nome nella storia dei Lupi: un gol alla Sicula, due alla Samb, uno al Südtirol e uno al Siena. L’eroe di un’estate magica.

[/nextpage]

[nextpage title=”RIVIERE” ]

Esulta Rivière in Empoli-Cosenza

L’ultimo in ordine cronologico, il più prolifico dei tre. Giunto a Cosenza da svincolato poco meno di un anno fa, Emmanuel Rivière siglò la sua prima rete in maglia rossoblù nella gara contro il Venezia, un colpo di testa su cross di Carretta che fece esplodere i presenti. La doppietta contro la Juve Stabia che ha sancito la salvezza (in combinazione col gol di Garritano a Verona) è stata la ciliegina sulla torta di un anno meraviglioso per il centravanti, che giocherà in Serie A col Crotone. Tredici, per lui, le capriole d’esultanza. Adesso tocca a Sacko: tre francesi, tutti in doppia cifra: ce la farà anche lui?

[/nextpage]