Società & Ambiente

L’arcivescovo Nolè ai politici: «Basta raccomandazioni, sì al merito»

L'arcivescovo Francescantonio Nolè, nel corso del suo intervento, ha chiesto alle Istituzioni di valorizzare il meglio della Calabria.

I funerali del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, eseguiti ieri pomeriggio a Cosenza nella chiesa di San Nicola, saranno ricordati anche per le parole dell’arcivescovo Francescantonio Nolè, al termine della funzione religiosa. Passaggi non banali, ma ricchi di contenuti che potrebbero aver toccato le coscienze dei politici presenti alla celebrazione funebre. Un discorso, quello di Nolè, mirato a far emergere le bellezze della Calabria, riprendendo il progetto di Jole Santelli. Far conoscere la nostra terra a tutto il mondo, cancellando l’ombra pesante della ‘ndrangheta.

Nel corso del suo intervento, l’arcivescovo Francescantonio Nolè ha spiegato che «la Calabria è una delle terre che ha maggiori potenzialità economiche, culturali. Lo Stato ci deve guardare come persone che hanno bisogno del suo sostegno, di essere rispettati per quelli che siamo, persone dignitose qualche volta timorose». Secondo il capo della diocesi Cosenza-Bisignano, la Calabria necessita di avere un «un patto di corresponsabilità tra Stato, società, Chiesa per percorrere un cammino educativo di formazione alla legalità, alla fratellanza, e al servizio degli altri».

L’arcivescovo Nolè, infine, ha detto che «mancano gli educatori a saper guardare al futuro e al bene degli altri e forse un mea culpa lo dobbiamo fare tutti noi, specialmente quando veniamo a chiedervi cortesie per amicizia e non per merito. Questa è una terra difficile ma anche ricca di tante potenzialità. Spetta a noi, anche con il vostro aiuto, valorizzare, voltando seriamente pagina. Basta con le raccomandazioni, sì al merito,. Basta con la malavita, sì alla cultura e alla bellezza» ha concluso Nolè, prima di congedare la famiglia, le Istituzioni e gli amici che hanno presenziato ai funerali del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina