giovedì,Febbraio 22 2024

Altomonte, furto di impianti fotovoltaici: indagini della polizia

Gli agenti del commissariato di polizia di Castrovillari hanno sequestrato ad Altomonte ingente materiale da un sito di impianti fotovoltaici

Altomonte, furto di impianti fotovoltaici: indagini della polizia

A seguito dei diversi tentativi di furto di pannelli solari e cavi di rame, perpetrati all’interno degli impianti fotovoltaici di un’azienda di Altomonte, il Commissariato di polizia di Castrovillari ha posto in essere nei giorni scorsi mirati servizi di prevenzione e controllo del territorio, tesi a prevenire i furti di rame e all’eventuale recupero della refurtiva dì metallo prezioso.

La Polizia di Stato ha pianificato l’azione di contrasto, avvalendosi anche della collaborazione dei proprietari dei siti fotovoltaici. Infatti, durante i servizi di appostamento, gli agenti hanno accertato che ignoti, muniti di lampade portatili, nel corso della notte tra il 20 e 21 ottobre, si erano introdotti all’interno dell’ampio campo fotovoltaico, interamente recintato. Successivamente è giunto sul posto a forte velocità ed a luci spente, un fuoristrada dì colore scuro. La polizia quindi ha chiuso tutti i varchi con l’obiettivo di rintracciare l’auto.

Dalla perlustrazione perimetrale del campo fotovoltaico, la polizia ha notato che il fuoristrada era fermo, a luci e motore spento, con nessuno a bordo, in quanto i malviventi si erano dati a precipitosa fuga. All’interno del fuoristrada, un Land Rover Discovery con targhe contraffatte, c’era una grande quantità di rame, già perfettamente arrotolata; mentre nel cofano posteriore c’erano altri cavi e diversi attrezzi atti allo scasso. Inoltre, la polizia ha trovato anche altro materiale elettrico, prelevato dai pozzetti del sito.

Il peso totale del materiale prezioso, sottoposto a sequestro penale, è stato quantificato in oltre 1.350 kg di rame, per una lunghezza dei cavi pari a 1.150 metri, con un danno arrecato di circa 150mila euro.

Articoli correlati