Coronavirus

Covid Cosenza, la foto della discordia e i ricoveri nella notte

Il direttore del 118 di Cosenza, Riccardo Borselli: «Le ambulanze erano in attesa di triage. Sono state ricoverate 7 persone per Covid».

Ieri sera sui social network circolava la foto del pronto soccorso di Cosenza pieno di ambulanze del 118. C’è chi ha gridato contro le testate locali, affermando che si trattava di una fake news, c’è chi invece si è allarmato per la situazione ospedaliera. La verità, tuttavia, è quella che ci ha descritto questa mattina il direttore del 118 di Cosenza, dott. Riccardo Borselli, contattato da Cosenza Channel.

«Dalle 16 in poi di ieri c’erano 8 ambulanze in attesa di triage. Una volta che il Pronto soccorso decideva sul da farsi, il parcheggio interno si è ovviamente svuotato. Certo, c’è voluto tarda notte, vista la situazione, ma alla fine sono state ricoverate 7 persone, arrivate dalle case di cura della zona di Cosenza, mentre un’altra persona è stata rimandata a casa, perché non necessitava di ricovero ospedaliero. I ricoveri sono avvenuti tutti nei reparti Covid dell’Annunziata di Cosenza».

Il 118 di Cosenza riporta i positivi a domicilio

Un altro servizio che il 118 di Cosenza ha attivato nei giorni scorsi, in collaborazione con l’Asp, è quello di riportare a casa i positivi che non hanno più bisogno di cure specifiche all’Annunziata. «E’ un servizio che abbiamo organizzato per alleggerire la pressione ospedaliera, dando una continuità di cura al soggetto che non si trova più nelle condizioni di dover rimanere per forza di cose nel reparto di “Malattie Infettive” dell’Annunziata.

Infine, il dottore Borselli ha chiarito che «alcuni ospiti delle strutture sanitarie private della Presila sono stati portati presso l’ospedale di Rossano». Nella prima fase dell’epidemia, infatti, l’Asp di Cosenza aveva deliberato l’avvio dei lavori, nonostante alcune criticità (LEGGI QUI IL SERVIZIO DI COSENZA CHANNEL). «Il nostro dovere è quello di utilizzare il più possibile le strutture pubbliche, poi se ce ne sarà bisogno le autorità competenti valuteranno anche altre soluzioni» ha concluso Borselli.

Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina