Dal Mondo

Inghilterra e Austria scelgono il lockdown. Johnson: «State a casa»

Inghilterra in lockdown fino al prossimo 3 dicembre, ma scuole e università resteranno aperte. Ecco le parole di Boris Johnson.

La seconda volta è più brutta del prima. Stasera, il premier britannico Boris Johnson ha annunciato che l’Inghilterra andrà in lockdown fino al 3 dicembre. Una decisione sofferta ma inevitabile, come del resto anche nelle altre parti del modo, visto l’aumento esponenziale dei contagi da coronavirus. Anche l’Austria ha assunto questo provvedimento e nelle prossime ore, come sappiamo, anche l’Italia seguirà questa strada, con alcune differenze rispetto a quello fatto da marzo fino al 4 maggio.

La restrizione, a differenza della primavera, non comprende tuttavia la chiusura di scuole e università: è prevista da giovedì 5 novembre al 2 dicembre. «Se non agiamo ora» rischiamo di avere «migliaia di morti al giorno» tra alcune settimane, ha detto Johnson, che al termine della conferenza stampa ha invitato gli inglesi a stare a casa. Dal punto di vista economico, invece, il primo ministro britannico ha esteso a novembre e per tutta la durata del lockdown nazionale bis lo schema di sussidi statali da super cassa integrazione destinati a coprire fino all’80% dei salari delle persone private dei loro redditi

Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina