lunedì,Settembre 26 2022

Conte ha scelto: Gaudio commissario, Strada per l’emergenza coronavirus

Eugenio Gaudio nominato dal Governo quale nuovo commissario ad acta della sanità calabrese. Gino Strada si occuperà dell'emergenza Covid-19.

Conte ha scelto: Gaudio commissario, Strada per l’emergenza coronavirus

Le dimissioni di Giuseppe Zuccatelli (LEGGI LA NOSTRA INTERVISTA) non hanno fatto trovare impreparato il Governo Conte. Nella giornata di oggi, il Consiglio dei Ministri ha deciso di affidare l’incarico di commissario ad acta della sanità calabrese all’ex rettore de “La Sapienza” di Roma, Eugenio Gaudio.

Il premier Giuseppe Conte ha scelto il professore cosentino per sostituire il medico di Cesena, che lascia anche l’incarico di commissario straordinario dell’Asp di Catanzaro e del “Mater Domini”. Gaudio, secondo quanto riportato fonti di Palazzo Chigi, ha ricevuto «l’incarico di nuovo commissario alla Sanità della Regione Calabria. Gino Strada ha confermato la disponibilità a far parte della squadra, anche con una delega speciale, che in Calabria sta fronteggiando le criticità dell’attuale emergenza sanitaria. Due nomi autorevoli che possono aiutare la sanità calabrese a ripartire».

Gino Strada (LEGGI QUI LE ULTIME DICHIARAZIONI), invece, si occuperà dell’emergenza coronavirus. Il fondatore di Emergency assumerà quindi un incarico a tempo con delega alle questioni socio-sanitarie che riguardano prettamente l’organizzazione degli ospedali. Conte, dopo vari colloqui, ha ottenuto la sua disponibilità. Strada dunque lavorerà per la sanità calabrese, anche se non avrà pieni poteri, come Eugenio Gaudio che, secondo quanto prevede, il “Decreto Calabria bis” dovrà preparare il programma operativo Covid. Si parla quindi di rete ospedaliera e assunzioni di operatori sanitari (medici, infermieri e OSS). Sulla nomina di Gaudio, tuttavia, si sono dissociati i pentastellati calabresi, Margherita Corrado e Nicola Morra.

Articoli correlati