Cosenza Calciocscalcio1

Bahlouli, la scommessa vinta da Trinchera. Occhiuzzi ora ha un “dieci” vero

Bahlouli ormai imprescindibile nello scacchiere tattico del Cosenza. Occhiuzzi si ritrova un trequartista in rampa di lancio, anche la Samp soddisfatta.

Stefano Trinchera c’aveva visto giusto. A distanza di poco meno di un anno dal suo arrivo come “oggetto misterioso”, Momo Bahlouli si è preso il Cosenza. Prestazioni sempre sopra la sufficienza, personalità e quella faccia di tolla che soltanto un ventenne può avere. Ma non tutti gli altri ventenni hanno anche la sua tecnica individuale. Il franco algerino potrebbe davvero essere il craque di questa Serie B.

Un percorso in crescendo

Arrivato nel gennaio 2020, l’ultimo giorno di calcio mercato, il classe 2000 era considerato in effetti un “di più” rispetto alle richieste dei tifosi. Sarebbe dovuto arrivare un playmaker, invece in riva al Crati era sbarcato questo giovane tutto estro. Di Bahlouli si diceva un gran bene a Genova ma che, ad ogni modo, sempre un ragazzino restava. E soprattutto un trequartista, ruolo non contemplato dall’allora tecnico Piero Braglia. I primi cinque minuti in campo con Pillon a Venezia, poi il lockdown. Alla ripresa del campionato si vede poco, almeno fino a Pordenone: nell’1-2 dei Lupi in Friuli fa vedere un repertorio considerevole, guadagnando punizioni e metri essenziali ai fini della vittoria. Ma era solo il preludio all’apoteosi.

Bahlouli, l’uomo in più

La partita che consacra definitivamente Momo, consegnandolo all’amore di Cosenza, è quella contro il Pisa. Occhiuzzi lo butta dentro nel quarto d’ora finale e lui, fiutando l’occasione, non delude. Bahlouli prima fa le prove generali servendo un assist che non viene sfruttato, poi trova il corridoio giusto per D’Orazio che libera Asencio per il 2-1. Ad Empoli entrò a risultato acquisito, poi panchina con la Juve Stabia. Ma l’impatto decisivo nella sfida al cardiopalma contro i toscani gli aveva già riservato un pensierino per il ritorno in rossoblù

Genio e sostanza

Rientrato al “Marulla” dopo un’estenuante trattativa che aveva visto coinvolti anche Candreva e Keita Balde, Bahlouli ha saputo confermarsi. La prestazione di ieri sera è stata soltanto l’ultima a confermare le sue potenzialità: non solo capacità col pallone fra i piedi, ma anche tanta voglia di mantenersi a livelli alti. Già contro la Spal, gara nella quale era partito dal 1′, aveva dato dimostrazione di essere concentrato sulla sua nuova esperienza, ma contro Lecce e Frosinone ha calato la marcia in più. Benvenuti nell’era di Momo, sperando che duri a lungo.

Mostra altro

Francesco La Luna

Francesco La Luna è nato a Cosenza nel 1993. Laureato in Lettere Classiche all'Università della Calabria nel 2016 con una tesi sul giornalismo di Vincenzo Padula, ha iniziato la propria carriera giornalistica nel 2013 con il portale online _Ottoetrenta_. Dal 2015 collabora con la redazione sportiva de _Il Quotidiano del Sud_. Dal 2016 al 2018 è stato Ufficio Stampa del Cosenza Calcio, poi ha frequentato il XIV biennio alla Scuola di Giornalismo di Perugia, durante il quale ha collaborato, da stagista, anche con _La Gazzetta dello Sport_. È vincitore della sesta edizione del premio "Tonino Carino" per la sezione giornalismo sportivo.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina