mercoledì,Luglio 17 2024

Sporcizia in Malattie Infettive ed Ematologia: le accuse dei medici

Dagli atti dell'inchiesta sulla Coopservice emergono le denunce fatte dai medici di Cosenza anche per Malattie Infettive ed ematologia.

Sporcizia in Malattie Infettive ed Ematologia: le accuse dei medici

Come già sottolineato dal procuratore capo di Cosenza, Mario Spagnuolo, i medici dell’Azienda ospedaliera di Cosenza nel corso degli anni hanno più volte trasmesso comunicazioni ai dirigenti dell’Ente sulla mancata igiene all’interno dell’ospedale “Annunziata” di Cosenza. Una delle più clamorosa e significative è senza dubbio quella del 17 marzo del 2017 inviata a Luigi Arone, uno dei dirigenti indagati. «Il risultato finale è che l’ospedale è sporco» si legge in una nota inviata dal dottor Rose, con la quale «è stata evidenziata una non conformità delle operazioni di pulizia – presenza di polvere nel blocco operatorio di chirurgia al 2° piano» oppure quando il dottore Salvatore De Paola e la dottoressa Perrone scrivevano alla “Coopservice” e all’allora dg dell’Ao di Cosenza, Achille Gentile e al direttore amministrativo, Sergio Diego, comunicando che «le pulizie presso l’Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive, non sono state eseguite secondo lo schema previsto dal capitolato d’appalto nelle aree ad alto rischio». Nota che riporta dal data del 28 giugno del 2017. 

Dopo qualche settimana, nuova comunicazione circa la situazione nel reparto di ematologia, inviata da De Paola alla Coopservice e al dott. Arone (direttore dei servizi amministrativi). «Le pulizie non sono state eseguite in maniera corretta, lasciando sporco sotto gli arredi e con presenza di polvere sotto gli armadi e porte». Sempre De Paola e il dottor Roberto Mazzuca il primo febbraio 2018 chiedono chiarimenti alla Coopservice «circa la fornitura e corretta attivazione degli strumenti di verifica e controllo delle pulizie di cui all’art. 8 del CSA». Infine, tra le varie contestazioni dei sanitari, balza agli occhi quella sottoscritta da Salvatore De Paola e inviata ad Achille Gentile, Sergio Diego e Mario Veltri (direttore sanitario) con la quale si comunicava «l’ennesimo disservizio rilevato nell’espletamento delle pulizie eseguite dalla Coopservice, nello specifico si segnalava la presenza di polvere sui comodini, sui letti, sulle porte del reparto di gastroenterologia».

Articoli correlati