mercoledì,Febbraio 21 2024

Altomonte: inclusione sociale, impegno senza discontinuità

Il grande lavoro sotteso al percorso di inclusione sociale di persone con bisogni speciali non può conoscere discontinuità. L’impegno e l’attenzione verso le persone con disabilità ha bisogno di essere praticato con costanza, 365 giorni l’anno, per non vedere vanificati tutti gli sforzi messi in campo. È a partire da questa evidenza che l’Amministrazione Comunale

Altomonte: inclusione sociale, impegno senza discontinuità

Il grande lavoro sotteso al percorso di inclusione sociale di persone con bisogni speciali non può conoscere discontinuità. L’impegno e l’attenzione verso le persone con disabilità ha bisogno di essere praticato con costanza, 365 giorni l’anno, per non vedere vanificati tutti gli sforzi messi in campo. È a partire da questa evidenza che l’Amministrazione Comunale ha inteso manifestare la propria vicinanza e prossimità concrete al progetto promosso dall’associazione Oltre le barriere, con l’acquisto di 7 tablet che saranno utilizzati dai ragazzi che frequentano il centro diurno e l’assegnazione di un contributo simbolico che servirà ad avviare un progetto di educativa a distanza. 

È quanto fa sapere il Sindaco Gianpietro Coppola esprimendo gratitudine e soddisfazione viva per l’impegno ed il proficuo lavoro fatto dall’Assessore alle politiche sociali Emilia Romeo che nei giorni scorsi ha consegnato materialmente, insieme ai rappresentanti dell’Associazione, i dispositivi tecnologici ai ragazzi, che ne faranno uso per incontrarsi virtualmente con colleghi, operatori, professionisti e volontari.

Abbiamo da subito condiviso – dice la Romeo – nei metodi e negli obiettivi l’idea progettuale dell’associazione Oltre le barriere che nelle scorse settimane ha proposto di sostenere un’attività di inclusione sociale, rivolta a persone adulte con disabilità, attraverso formazione on-line, con il supporto di strumenti tecnologici (computer e tablet). In un momento così difficile per tutti – continua l’Assessore – comprendiamo il disagio delle famiglie e vogliamo essere loro vicini attraverso piccoli gesti che facciano sentire l’attenzione delle istituzioni e diano ai ragazzi opportunità di crescita personale e culturale e di positiva interazione. Questa – conclude – è una prima esperienza, a cui seguiranno altre iniziative, a cui stiamo attivamente lavorando.

(FONTE – COMUNE DI ALTOMONTE – Comunicazione Istituzionale/Strategica – Lenin Montesanto Comunicazione & Lobbying)

Articoli correlati