giovedì,Febbraio 2 2023

Ecco le decisioni del Plenum del Csm su due magistrati cosentini

Il Plenum ha deciso sul futuro del tribunale di Castrovillari. Csm in giudizio contro Carpino. Intanto Ornella Pastore lascia Reggio Calabria

Ecco le decisioni del Plenum del Csm su due magistrati cosentini

Il Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura ha approvato all’unanimità la riapertura della pratica per la nomina del nuovo presidente del tribunale di Castrovillari, dopo il ricorso del Consiglio di Stato che aveva respinto l’impugnazione del Csm, a seguito della sentenza del Tar del Lazio favorevole al giudice civile del tribunale di Cosenza, Massimo Lento. Ora toccherà alla quinta commissione individuare quale candidato, tra Lento, l’ex presidente Pratticò o altri eventuali candidati, succederà a Caterina Chiaravalloti. (LEGGI QUI)

Rimanendo in Calabria, il Plenum ha deciso di costituirsi contro il giudice Salvatore Carpino che nelle scorse settimane ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro la nomina del presidente della sezione penale del tribunale di Cosenza, Carmen Ciarcia. L’avvocatura dello Stato si costituirà in giudizio. (LEGGI QUI)

Da ‘Ndrangheta stragista al tribunale di Messina: la nomina del Plenum

Inoltre, il Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura ha scelto il nuovo presidente della sezione penale del tribunale di Messina, incarico per il quale concorreva anche il presidente del Riesame di Catanzaro, Giuseppe Valea. Si tratta del giudice Ornella Pastore, già presidente della prima sezione della Corte d’Assise di Reggio Calabria, che pochi mesi fa ha portato a termine il processo ’Ndrangheta Stragista.

Nel corso della discussione, il giudice Pastore ha ottenuto gli apprezzamenti del consigliere togato, Nino Di Matteo che ha voluto evidenziare l’efficacia con la quale il presidente del collegio giudicante del processo contro Rocco Filippone e Giuseppe Graviano ha condotto «una delicata e complessa attività dibattimentale». «E’ stato un processo che ha fatto maturare la sua esperienza e conoscenza di contesti criminali che le sarà utile nel prosieguo della sua carriera. Meritava questa mia sottolineatura» ha concluso Di Matteo. Ornella Pastore sostituirà Silvana Grasso, deceduta nel 2019.

Articoli correlati