mercoledì,Giugno 29 2022

Nei guai il consigliere comunale di Cosenza Piercarlo Chiappetta

Il consigliere comunale di Cosenza, Piercarlo Chiappetta sotto accusa dalla procura di Cosenza. Il Riesame sequestra alcune sue società.

Nei guai il consigliere comunale di Cosenza Piercarlo Chiappetta

Il tribunale del Riesame di Cosenza ha accolto l’appello della procura di Cosenza, sequestrando diverse società intestate all’imprenditore Attilio De Rango, e al consigliere comunale di Cosenza, Piercarlo Chiappetta, ex candidato alle Regionali del 2020.

Il Riesame accoglie appello

Il gip di Cosenza, infatti, lo scorso 9 dicembre del 2020 aveva rigettato la richiesta avanzata dalla procura della Repubblica di Cosenza, mentre il collegio giudicante (presidente relatore Carmen Ciarcia, a latere Urania Granata e Stefania Antico) ha condiviso l’assunto accusatorio, disponendo il sequestro. Nel mirino della procura – a seguito delle indagini patrimoniali svolte dalla Guardia di Finanza di Cosenza – sono finite le società “INGEGNERE Srl”, “TRE srl”, “QUATTRO srl”, “ADP srl”, “COGEMAN IMMOBILIARE srl” e “PAM progetti Srl”.

Il tribunale del Riesame di Cosenza ritiene che «sia emerso un vero e proprio disegno criminoso volto a cagionare il dissesto finanziario di PADA (società fallita), MARCONI IMMOBILIARE (società fallita) e INNOVA (società fallita), attraverso la distrazione delle risorse economiche di tali società in favore di altre collegate (e, comunque, anche dalla stessa PADA alla MARCONI e alla INNOVA e dalla MARCONI ALLA INNOVA)». Per l’accusa, dunque, «le società sono state, in sostanza, tenute in vita (anche quali “cartiere”) per il conseguimento di profitto da parte degli indagati, con pregiudizio delle regioni dei creditori, tra cui il fisco».

I debiti con il Fisco

Secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, la società INGEGNERE «amministrata da Attilio De Rango e Piercarlo Chiappetta» vanta un debito con l’Agenzia delle Entrate pari a 873.264,63 euro; TRE «(amministrata da Attilio De Rango)» vanta un debito pari a 932.421,21 euro; QUATTRO «di cui risultano soci De Rango e Chiappetta» vanta un debito col Fisco pari a 187.427,99 euro; ADP vanta un debito con l’Erario pari a 646.438,41 euro; COGEMAN IMMOBILIARE «di cui risultano soci De Rango e Chiappetta» vanta un debito con l’Erario pari a 1.894.036,72 euro; MAZZINI IMMOBILIARE, in cui risulta socio anche Fabio Fabiano, vanta un debito con l’Erario pari a 5.838,67 euro; PAM PROGETTI vanta un debito pari a 1.258,65 euro.

«Distrazioni di somme»

Il Riesame di Cosenza, inoltre, ha rilevato come, in relazione alla “MARCONI IMMOBILIARE srl” e alla “INNOVA srl”, «siano emerse condotte» circa «la distrazione di somme in favore delle altre società facenti capo agli indagati, nonché in favore degli stessi indagati». Inoltre, si legge nel provvedimento, si evidenziano «la redazione di bilanci contenenti notizie e dati non rispondenti alla reale situazione finanziaria; l’omesso versamento delle somme maturate a titolo di imposte e di contributi previdenziali, con conseguenti debiti nei confronti dell’Erario».

In conclusione, il tribunale del Riesame di Cosenza, ravvisando il requisito del “periculum in mora“, ritiene costituito «il trait d’union fra le società INGEGNERE srl, TRE srl, QUATTRO srl, ADP srl, COGEMAN IMMOBILIARE srl e PAM progetti sr», disponendo così il sequestro preventivo delle società (INGEGNERE srl, TRE srl, QUATTRO srl, ADP srl, COGEMAN IMMOBILIARE srl, MAZZINI IMMOBILIARE srl, PAM PROGETTI srl).

Articoli correlati