domenica,Marzo 3 2024

Urbone ci racconta il calcio a 360 gradi

Nelle librerie specializzate, specie in quelle delle grandi città, è facile imbattersi in un libro pubblicato da Urbone Publishing. Testi che celebrano il calcio di ogni latitudine. Dalla storia della Copa Libertadores al cammino trionfante del Leicester di Claudio Ranieri. Dalla riscoperta di calciatori come Zavarov ai miti delle leggende del calcio basco e di

Urbone ci racconta il calcio a 360 gradi

Nelle librerie specializzate, specie in quelle delle grandi città, è facile imbattersi in un libro pubblicato da Urbone Publishing. Testi che celebrano il calcio di ogni latitudine. Dalla storia della Copa Libertadores al cammino trionfante del Leicester di Claudio Ranieri. Dalla riscoperta di calciatori come Zavarov ai miti delle leggende del calcio basco e di quello balcanico protagonisti di “Curva est”.

Un catalogo ricco che non riguarda solo grandi club e i loro campioni, ma anche storie di un calcio “minore”. Come testimoniano ad esempio le ultime uscite, “Gli stranieri biancoscudati” di Raffaele Campo e “V per Vicenza” di Angelo Taglieri. A guidare Urbone Publishing è Gianluca Iuorio, grande appassionato di calcio ed editore sempre attento e voglioso di portare a conoscenza del grande pubblico nuove storie, nuove leggende, nuovi ricordi legati al mondo pallonaro del passato.

Proprio lui racconta come è nata l’idea di una casa editrice legata fondamentalmente allo sport e in particolar modo al calcio. “Io sono un grande appassionato di calcio, anche se confesso che negli ultimi anni ho perso un po’ d’interesse per questo sport, e ho sempre voluto dar vita a un progetto editoriale che si concentrasse sulle mie passioni. Poi, però, per diversi motivi non se ne fece più niente. Finalmente dieci anni fa ho deciso di riprendere i miei vecchi progetti e, con un briciolo di incoscienza, tanto impegno e tante speranze, ho deciso di lanciare la Urbone Publishing” ha detto.

Tra le nuove uscite anche dei testi legate alle imprese di squadre “di provincia”. E’ davvero notevole l’ attenzione da parte di Urbone verso realtà calcistiche che sicuramente non hanno lo stesso bacino di tifosi rispetto alle big italiane.”La storia del calcio di provincia è affascinante e piena di storie che vale la pena portare alla luce. Personalmente la adoro e mi piace far conoscere al pubblico storie di calcio poco reclamizzate e che meriterebbero molta più attenzione. Sono sicuro che appassionerebbero anche quelli che ancora non le conoscono” dice ancora il direttore di Urbone.

Che però non si esprime quando gli si chiede consiglio su tre libri da leggere, quasi come se dovesse scegliere quale privilegiare tra i suoi “figli”. “Beh, dipende dall’ argomento e da cosa si preferisce leggere, ce n’è per tutti i gusti. Abbiamo un catalogo discreto e scegliere solo tre libri vorrebbe dire escluderne altri altrettanto meritevoli. Mi dispiace ma non posso schierarmi, posso consigliare però di fare un salto sul nostro sito www.urbone.eu e vedere se c’è qualche testo di vostro gradimento” conclude.

Articoli correlati