domenica,Maggio 19 2024

Cosenza, stalking: revocati i domiciliari a un imputato

Il tribunale di Cosenza revoca gli arresti domiciliari a un imputato accusato di stalking, sostituendo la misura con il divieto di dimora in Calabria.

Cosenza, stalking: revocati i domiciliari a un imputato

Revoca della misura degli arresti domiciliari disposta in favore di P. S. classe 1962, residente a Cosenza. La misura cautelare domiciliare era stata applicata il 23 luglio 2020 nell’ambito di un procedimento penale per presunti atti persecutori e maltrattamenti in famiglia, lamentati dalla persona offesa, che l’imputato avrebbe commesso tra il 2019 ed il 2020.

L’ufficio del gip del Tribunale di Cosenza, in seguito ad una lunga serie di querele della presunta vittima, si era determinato per l’assegnazione della custodia domiciliare a carico di P.S., ritenendo quest’ultimo pericoloso e potenzialmente intenzionato a riavvicinare la persona offesa. L’imputato, ormai disinteressato ad avvicinare la sua ex, ma intenzionato a svolgere la sua attività lavorativa fuori regione, si è rivolto, tramite gli avvocati Ubaldo e Marlon Lepera del Foro di Cosenza, al giudice monocratico Francesco Luigi Branda, il quale ha sostituito la misura degli arresti domiciliari con quella del divieto di dimora sul territorio calabrese, disponendo l’immediata liberazione dell’arrestato.

Articoli correlati