mercoledì,Settembre 28 2022

Grisolia, piantine di marijuana sul balcone: coniugi arrestati

Nel corso della mattinata di oggi si è svolta la direttissima. Il giudice ha convalidato, ponendo in libertà i coniugi di Grisolia.

Grisolia, piantine di marijuana sul balcone: coniugi arrestati

Proseguono incessanti i servizi dalla Compagnia Carabinieri di Scalea sul fronte del contrasto allo spaccio ed al consumo di droga nel territorio dell’alto tirreno cosentino, attività coordinata dal Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza che ha consentito nell’ultimo periodo il deferimento alla Procura della Repubblica di Paola di diversi soggetti con conseguente sequestro di ingenti quantitativi di droga.

Arrestati coniugi di Grisolia

Nella mattinata di sabato 26 febbraio 2021, nei comuni di Santa Maria del Cedro e Grisolia, il Comando Compagnia di Scalea ha impiegato un mirato dispositivo di militari e mezzi, coadiuvati dalle unità cinofile di Vibo Valentia. Le numerose perquisizioni personali e domiciliari hanno consentito l’arresto dei coniugi N.A. di 61 anni e G.L. di 59 anni residenti nel comune di Grisolia.

Come si sono svolte le indagini

I fatti risalgono alle ore 07:30 circa quando i militari della Stazione Carabinieri di Santa Maria del Cedro hanno fatto accesso all’interno dell’abitazione della coppia non potendo fare a meno di notare, poste sul balcone dello stabile, 5 piantine di marijuana dell’altezza approssimativa di 50 centimetri. Quindi il controllo è stato approfondito minuziosamente in tutti gli ambienti della casa dove sono stati rinvenuti 650 grammi di marijuana, contenuta in un barattolo in vetro occultato sotto il letto, e vario materiale idoneo al confezionamento della droga.

Dopo la convalida, libertà per i due coniugi

Le analisi condotte con celerità dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dell’Arma dei Carabinieri hanno permesso di accertare che dal quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata, sulla base del principio attivo contenuto nello stesso, si sarebbero potute essere ricavate circa 341 dosi da destinare alla vendita al dettaglio.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, i due coniugi sono stati dichiarati in stato di arresto. Nel corso dell’udienza per rito direttissimo presso il Tribunale di Paola, svoltasi oggi 01 marzo 2021, gli arresti sono stati convalidati ed entrambi sono stati posti in libertà.

Articoli correlati