Cosenza Calciocscalcio1

Cosenza-Frosinone: le pagelle. Crecco (6.5), non solo il gol. Male Ingrosso (5)

Le pagelle di Cosenza-Frosinone. In difesa si salva soltanto Tiritiello, Carretta da matita blu.

Cosenza-Frosinone era una partita da dentro o fuori per entrambe le compagini. È arrivata una sconfitta che complica maledettamente le cose per i rossoblù. Ecco le pagelle dei Lupi allenati da Roberto Occhiuzzi.

Wladimiro Falcone: voto 6.5

Nel primo tempo non deve fare molto e sul gol è incolpevole. Nella ripresa inizia con un intervento difficilissimo perché a freddo su Kastanos: perfetto. Anche sull’1-2 non ha alcuna colpa, anzi tiene a galla i suoi due volte su Iemmello.

Riccardo Idda: voto 5

Inizia bene, andando su tutti i palloni alti e giocando deciso. Sbaglia qualche impostazione, ma viene graziato nonostante un giallo discutibile. L’errore sul gol è quello di non uscire: dal passaggio di Ciano al tiro di Novakovich avrebbe avuto tutto il tempo di salire su a contrasto per tempo. Nella ripresa anticipa diverse volte l’avversario.

Gianmarco Ingrosso: voto 5

Dà una sicurezza diversa quando ha il pallone fra i piedi. Anche in occasione del gol del pari è incolpevole, ma si perde Szyminski in occasione dell’1-2. E’ la disattenzione che decide Cosenza-Frosinone.

Andrea Tiritiello: voto 6

Bene sui cross, ci mette fisico e voglia di vincere. Rischia grosso con un intervento in ritardo, l’arbitro lo ammonisce. Salva su un buco clamoroso recuperando di fisico su Novakovich. E’ l’unico sufficiente per la sua retroguardia, non è la prima volta in questa sua positiva stagione di Serie B.

Alberto Gerbo: voto 5.5

Non si vede praticamente mai nel corso di tutti i primi 45′. A inizio ripresa stringe su Kastanos senza contrastarlo. Nella ripresa sale d’intensità e di qualità, ma non raggiunge la sufficienza. Attenuanti? Non è al meglio e si vede.

Davide Petrucci: voto 6

Guadagna tanto dal centrocampo a due, ripulisce tanti pallone che transitano dalle sue zone. È ovunque sul campo, anche se talvolta avrebbe potuto fare meglio quando c’era da scodellare la sfera in aria avversaria.

Abou Ba: voto 5.5

Ci mette gamba e fisico, recuperando Ciano in occasione del gol. Purtroppo non serve a molto perché Idda esce in ritardo e Novakovich ha tutto il tempo di prendere la mira e calciare. Viene rilevato da Sciaudone a inizio ripresa, ma sul suo conto pesa anche una palla persa ad inizio match che poteva risultare sanguinosa.

Luca Crecco: voto 6.5

Inventa un gol bellissimo su un pallone ottimo di Tremolada. Sulla fascia sinistra il Cosenza sfonda, quelle poche volte che lo fa, con più semplicità. Quel pallone perso alla fine però…

Luca Tremolada: voto 6

Si tratta di una media fra il 7 per l’assist che serve a Crecco e quello sprecato da Carretta e il 5 per aver innescato, con un secondo di ritardo, la ripartenza dell’1-1. L’impressione è che sia ancora al di sotto dei suoi standard.

Mirko Carretta: voto 4.5

Spreca un pallone di Tremolada perfetto per il raddoppio, un filtrante meraviglioso che meritava miglior forte e un’esecuzione differente. Ci prova, cerca la profondità, ma riesce a perdere una quantità innumerevole di palloni.

Ettore Gliozzi: voto 6

Solita partita di sacrificio e calma, si muove bene e va anche vicino al gol con un sinistro potentissimo mandato in angolo da Bardi. Suda la maglia e non demerita.

Daniele Sciaudone: voto 6

Entra al posto di Ba a inizio ripresa e fa salire d’intensità tutta la squadra. Ci stava un tempo di riposo, ma evidentemente Occhiuzzi non può farne a meno.

Mohamed Bahlouli: voto 5.5

Entra e sembrav dare lagiusta verve a una squadra che appariva spenta. La sua rapidità è una caratteristica di cui non si può fare a meno, però l’incisività dove l’ha lasciata?.

Ihsan Sacko: voto 5

Occhiuzzi gli dà una chance importante ma lui non la sfrutta al meglio. Non innalza il livello rispetto a Carretta e non fa nulla di memorabile in Cosenza-Frosinone.

Jerry Mbakogu: voto sv

Troppo poco in campo per ricevere un giudizio, ma non tocca mai il pallone.

Marcello Trotta: voto sv

La mossa della disperazione, qualche minuto per trovare il gol dell’ex che non arriva.

Roberto Occhiuzzi: voto 5

Fa un passo indietro e torna al 3-4-1-2, ma il problema del suo Cosenza a questo punto non sappiamo più quale possa essere. Prendere un gol da calcio d’angolo a favore trascende ogni possibile ipotesi mentale, tattica o tecnica. Non si possono prendere così tante reti contro da corner, il dato è impressionante…

Francesco La Luna

Francesco La Luna è nato a Cosenza nel 1993. Laureato in Lettere Classiche all'Università della Calabria nel 2016 con una tesi sul giornalismo di Vincenzo Padula, ha iniziato la propria carriera giornalistica nel 2013 con il portale online _Ottoetrenta_. Dal 2015 collabora con la redazione sportiva de _Il Quotidiano del Sud_. Dal 2016 al 2018 è stato Ufficio Stampa del Cosenza Calcio, poi ha frequentato il XIV biennio alla Scuola di Giornalismo di Perugia, durante il quale ha collaborato, da stagista, anche con _La Gazzetta dello Sport_. È vincitore della sesta edizione del premio "Tonino Carino" per la sezione giornalismo sportivo.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina