sabato,Luglio 2 2022

Donna trovata morta a Cosenza, la famiglia chiede nuove indagini

Cosenza: la famiglia di Mirella Spadafora chiede nuovi accertamenti nell'abitazione in cui è stata trovata senza vita la donna.

Donna trovata morta a Cosenza, la famiglia chiede nuove indagini

La famiglia di Mirella Spadafora, la 68enne trovata morta a Cosenza nella sua abitazione dai carabinieri della Compagnia cittadina, chiede nuove indagini alla procura di Cosenza, all’indomani dell’ispezione fatta dentro casa dal legale Chiara Penna.

I militari dell’Arma, durante il sopralluogo avevano preso atto che l’appartamento della donna fosse comunque sottosopra. Situazione che all’inizio aveva fatto pensare a un omicidio, ma il medico legale incaricato dal pm di turno aveva escluso ciò, ipotizzando un decesso causato da un malore. Tuttavia, sul corpo della vittima è stata eseguita ugualmente l’autopsia e si attendono i primi esiti.

Cosa chiede la famiglia di Mirella Spadafora

Chi rappresenta la famiglia di Mirella Spadafora, tuttavia, chiede agli inquirenti di disporre nuovi esami tecnici irripetibili. Nello specifico, l’avvocato Chiara Penna invoca un prelievo del materiale biologico (eventuali tracce ematiche e/o sostanze di altra natura presenti sul pavimento dell’appartamento); accertamenti dattiloscopici su telefono cordless rinvenuto con lo sportello vano batterie divelto, la spina del telefono trovata staccata dalla presa muro e ogni altri accertamenti su altra superficie che abbia interesse investigativo.

Inoltre, si chiede il repertamento degli indumenti in uso alla vittima e rinvenuti sul pavimento, presumibilmente indossati dalla signora in prossimità dell’evento morte. Infine, il legale chiede che venga disposto il sequestro del telefono cellulare in uso alla signora Spadafora e l’analisi dei tabulai del numero a lei intestato.