mercoledì,Agosto 17 2022

L’Assessore Michele Rizzuti comunica la prosecuzione a Casali del Manco della Lotta biologica al Cinipide

L’Assessore alla Forestazione, Caccia e Pesca Dott. Michele Rizzuti, d’intesa con l’Amministrazione di Casali del Manco, comunica l’avvenuta prosecuzione del piano quinquennale cui obiettivo è quello di tutelare e conservare l’immenso patrimonio paesaggistico, ambientale e naturale che il territorio casalino vanta. Nello specifico è stato avviato il terzo ciclo di rilascio dell’antagonista naturale denominato Torymus Sinensis, azione questa che mira alla

L’Assessore Michele Rizzuti comunica la prosecuzione a Casali del Manco della Lotta biologica al Cinipide

L’Assessore alla Forestazione, Caccia e Pesca Dott. Michele Rizzuti, d’intesa con l’Amministrazione di Casali del Manco, comunica l’avvenuta prosecuzione del piano quinquennale cui obiettivo è quello di tutelare e conservare l’immenso patrimonio paesaggistico, ambientale e naturale che il territorio casalino vanta. Nello specifico è stato avviato il terzo ciclo di rilascio dell’antagonista naturale denominato Torymus Sinensis, azione questa che mira alla salvaguardia del territorio che, nella fascia compresa fra la zona valliva e le vette, è interessata dall’annosa problematica del cinipide galligeno, agente infestante gli alberi di castagno.

Anche quest’anno preziosa è stata la collaborazione qualificata dei tecnici Arsac, con i quali sono stati individuati ulteriori siti potenzialmente ottimali al fine di contrastare il cinipide, procedendo al terzo ciclo di rilascio del Torymus. Tale collaborazione posta in essere tra l’Amministrazione Comunale a guida Nuccio Martire ed i tecnici Arsac, posta in essere dal 2019, ha prodotto l’avvio di un piano quinquennale di rilascio “in quantità crescenti” dell’antagonista così da arrivare alla definitiva scomparsa della malattia del castagno, che è causa del decadimento qualitativo e quantitativo degli stessi, e che provoca un danno paesaggistico ed ambientale al vasto territorio castanicolo casalino.

Doverosi sono i ringraziamenti per la qualificante collaborazione inter-istituzionale con Arsac, nelle figure del Direttore Generale Dott. Bruno Maiolo e del tecnico specializzato Dott. Angelo De Simone. Preziosa infine la presenza del volontario di protezione civile, nonché appassionato di alta montagna e di paesaggismo fauna e flora, Mario Papaianni.

Dal canto dell’Amministrazione, la volontà è quella di puntare sulla valorizzazione del suo territorio e sulle sue eccellenze, come ad esempio le castagne, e lo vorrà fare incentivando, per quanto possibile, forme di cooperazione fra i piccoli proprietari terrieri così da attivare percorsi virtuosi economici per l’industria agroalimentare e promuovendo il territorio sotto l’aspetto turistico, valorizzando realtà che da decenni puntano a far conoscere la presila cosentina in tutta la regione, come la tradizionale Sagra della Castagna che si tiene in località Serra Pedace di Casali del Manco, evento di caratura nazionale sospeso solo nel corso di questi ultimi anni per colpa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

L’Amministrazione Comunale

di Casali del Manco

Articoli correlati