sabato,Novembre 27 2021

Luzzi, droga e armi: condanna (e scarcerazione) per l’imputato

Prima la condanna a 3 anni per droga e armi, oggi la revoca della custodia in carcere. Un imputato di Luzzi passa ai domiciliari.

Luzzi, droga e armi: condanna (e scarcerazione) per l’imputato

Lo scorso 24 giugno, Andrea Pugliese, originario di Luzzi, è stato condannato a 3 anni di carcere, rito abbreviato, dal gup del tribunale di Cosenza, Manuela Gallo. L’imputato era stato arrestato nel mese di febbraio del 2021 perché trovato in possesso di droga (cocaina e marijuana) e armi (due pistole a tamburo funzionanti e un fucile a pompa), grazie alle perquisizioni eseguite dalla Squadra Mobile della Questura di Cosenza.

Imputato di Luzzi ai domiciliari

La procura di Cosenza, nel corso della requisitoria, aveva richiesto una condanna a 5 anni e 4 mesi, mentre il giudice ha parzialmente aderito alle istanze difensive, esposte dall’avvocato Antonio Ingrosso, condannando Pugliese alle pena di 3 anni. Pochi giorno dopo la sentenza di primo grado, tuttavia, la difesa dell’uomo di Luzzi ha anche chiesto la revoca della misura cautelare della custodia in carcere. Lo stesso gup Manuela Gallo ha accolto l’istanza dell’avvocato Ingrosso, concedendo ad Andrea Pugliese la misura degli arresti domiciliari.

Articoli correlati