mercoledì,Giugno 29 2022

Cosenza, l’ipotesi del ripescaggio in Serie B può scombussolare il ritiro

Il caos Chievo rischia di rimescolare le carte per il ritiro del Cosenza. I Lupi, che avevano programmato la partenza verso San Giovanni in Fiore in un giorno fra il 18 e il 21 luglio, potrebbero far slittare (o in estrema ipotesi annullare) il viaggio in direzione del “Valentino Mazzola“. Il trasferimento dei rossoblù nella

Cosenza, l’ipotesi del ripescaggio in Serie B può scombussolare il ritiro

Il caos Chievo rischia di rimescolare le carte per il ritiro del Cosenza. I Lupi, che avevano programmato la partenza verso San Giovanni in Fiore in un giorno fra il 18 e il 21 luglio, potrebbero far slittare (o in estrema ipotesi annullare) il viaggio in direzione del “Valentino Mazzola“. Il trasferimento dei rossoblù nella terra dell’Abate Gioacchino, ad ogni modo, non dovrebbe andare oltre il 25. Il presidente Guarascio sarà a Roma nei prossimi giorni per verificare la possibilità di un ripescaggio. Martedì, insomma, si saprà se Via degli Stadi potrà esultare per un ormai probabile rientro in cadetteria o se si ripartirà dalla Serie C come decretato dal campo.

Data di chiusura certa

Se ci sono dei dubbi rispetto alla partenza, non ce ne sono affatto per quanto riguarda il termine del ritiro. Il Cosenza saluterà San Giovanni in Fiore nel weekend del 3-4 agosto, dato anche l’eventuale impegno di Coppa Italia Lega Pro del 14 agosto. Dunque il precampionato in Sila potrebbe durare ben quattro giorni in meno del previsto. Certo l’ultima parola, da questo punto di vista, dovrebbero averla il nuovo ds e, soprattutto, il nuovo allenatore. Sarà il tecnico che sostituirà Roberto Occhiuzzi a decidere quanto tempo servirà alla squadra per assimilare i concetti necessari, che sia Serie B o che sia Serie C.