venerdì,Luglio 1 2022

Casali del Manco, “Voci in Cammino”: “Sostenere gli artisti locali”

di Voci in Cammino – Da pochi giorni a Casali del Manco impazza il dibattito sul “Festival delle Contaminazioni”. Tralasciando il titolo infausto, visti i tempi che corrono, la maggior parte dei cittadini si interroga sulle somme e sulle modalità di organizzazione. Infatti, il Festival è costato in tutto 54mila euro, di cui solo 20

Casali del Manco, “Voci in Cammino”: “Sostenere gli artisti locali”

di Voci in Cammino – Da pochi giorni a Casali del Manco impazza il dibattito sul “Festival delle Contaminazioni”. Tralasciando il titolo infausto, visti i tempi che corrono, la maggior parte dei cittadini si interroga sulle somme e sulle modalità di organizzazione. Infatti, il Festival è costato in tutto 54mila euro, di cui solo 20 sono stati finanziati dalla Regione e 34 sono stati sborsati dal Comune. Lungi da noi voler muovere una critica di principio: la programmazione estiva è importante per allietare le vacanze dei nostri concittadini, specie dopo un periodo tanto complicato e stressante. Ciò su cui vorremmo si riflettesse è invece un altro punto: anziché coinvolgere gruppi provenienti da ogni parte d’Italia, non sarebbe stato più bello sostenere i diversi gruppi (non solo musicali, anche teatrali, le associazioni, gli artisti) casalini che hanno subito la stretta pandemica?

D’altronde, i grandi festival che hanno svolto una funzione di rilancio territoriale ed attrazione turistica si sono contraddistinti proprio per la valorizzazione delle tradizioni artistiche locali e per la sinergia che sono riusciti a creare tra territorio, associazioni, società civile e le varie espressioni artistiche locali. Sinergia che ha dato vita ad una serie di eventi che sono entrati a far parte del vissuto, del retroterra e delle tradizioni locali ed hanno funzionato da attrattori grazie alla collaborazione delle istituzioni pubbliche che vi hanno investito. A Casali del Manco, invece, come sempre si fa tutto alla Carlona, con eventi improvvisati e slegati gli uni dagli altri e dai costi esosi (certo minori di Miss Stella Mare, ma come si fa a spendere 54 mila euro per 4 concerti?). Oggi, l’assessore al Turismo ed allo Spettacolo Carmelo Rota ha fatto circolare in chat un messaggio in cui si dissocia dall’iniziativa del Comune che ha finanziato il Festival. Peccato che l’Assessore fosse presente in giunta ed abbia votato a favore della delibera.

Ma poi, qualora fosse vero, non sarebbe gravissimo se pezzi della maggioranza avessero organizzato e finanziato un festival all’insaputa ed in contrasto con la volontà dell’Assessore di competenza? Questo messaggio, dopo la presa di distanza pubblica del Presidente del Consiglio Luca Covelli sull’aumento delle tasse, è il secondo atto formale di rottura tra i diversi pezzi della maggioranza. Non possiamo più permetterci una guida tanto litigiosa, che si divide su ogni cosa e non perde occasione per palesare la profonda frattura politica esistente tra i diversi gruppi. Se non siete in grado, dimettetevi. I cittadini di Casali del Manco non meritano questi teatrini.

Articoli correlati