giovedì,Agosto 18 2022

Per gli “ambienti deviati” non c’è trippa per gatti…

I magistrati coordinati da Pierpaolo Bruni sfornano sempre inchieste pesanti contro la pubblica amministrazione. E non è affatto finita qui...

Per gli “ambienti deviati” non c’è trippa per gatti…

Se qualcuno pensa che le inchieste della procura di Paola sulla pubblica amministrazione siano frutto del “caso” o dovute a “fortune investigative”, si sbaglia di grosso. Nel Tirreno cosentino, sin dal 2016, il procuratore capo Pierpaolo Bruni ha messo in piedi un “metodo” che le forze dell’ordine hanno recepito appieno. L’inchiesta “Archimede” è soltanto l’ultima in ordine di tempo che, tuttavia, si lega ad altre attraverso un filo investigativo che i magistrati in servizio a Paola intendono portare avanti con decisione, fino ad arrivare alla chiusura del cerchio

Per fare ciò serve grande impegno e attenzione, specialmente nel commettere meno errori possibili nella fase delle indagini preliminari, visto che, in alcuni casi, soggetti esterni hanno tentato di “inquinare” le inchieste della procura di Paola. Vedi gli accertamenti sulla “talpa di Tortora”, che avvisava il segretario comunale, Silvio Bastardi, di bonificare la sua stanza o l’indagine “Appalti e Massoneria”, ben lontana dall’essere svanita nel nulla, come qualcuno vuole far credere. Il “metodo investigativo” di Pierpaolo Bruni nel corso degli anni ha portato ottimi risultati, che non sono quelli relativi agli arresti, ma evidentemente alle sentenze di condanne. 

Oggi nel Tirreno cosentino si respira un’aria pesante, perché gli imprenditori “imbroglioni” hanno capito che non c’è trippa per gatti, così come sono in allarme quegli “ambienti deviati” che fanno uscire notizie circa la sicurezza del magistrato di Crotone. Da quali contesti escono i tentativi di delegittimazione? Quali interessi si cercano di tutelare? Domande alle quali è necessario dare una risposta. Da Amantea a Tortora, i magistrati di Paola non cercano visibilità ma provano a dare risposte concrete ai cittadini, alla sana imprenditoria e alla buona amministrazione.

Articoli correlati