domenica,Dicembre 5 2021

Calciomercato Cosenza, cosa deve aspettarsi Zaffaroni da domani

In conferenza stampa le parole del tecnico Zaffaroni sono state importanti per la lettura del calciomercato del Cosenza. Frasi estrapolate, che però danno un’idea chiara di quello che farà il Cosenza da qui a fine mercato. «La rosa va composta da 20-22 giocatori di movimento» o «Arriverà un portiere e Saracco è il dodicesimo» sono

Calciomercato Cosenza, cosa deve aspettarsi Zaffaroni da domani

In conferenza stampa le parole del tecnico Zaffaroni sono state importanti per la lettura del calciomercato del Cosenza. Frasi estrapolate, che però danno un’idea chiara di quello che farà il Cosenza da qui a fine mercato. «La rosa va composta da 20-22 giocatori di movimento» o «Arriverà un portiere e Saracco è il dodicesimo» sono indizi importanti. Al momento la rosa del Cosenza è composta da 16 calciatori di movimento (più Moreo che ha lasciato la Calabria). Non è difficile pensare che ai lupi manchino almeno 4/5 calciatori per completare l’organico. Anche perché Bittante e Gerbo ci metteranno un po’ prima di tornare in forma dopo i loro lunghi rispettivi infortuni.

Portieri e difensori centrali

Arriverà il portiere che sarà anche il titolare nello scacchiere di Zaffaroni. Sicuramente il prescelto è Vigorito. Il portiere, classe 1990, di proprietà del Lecce, dovrebbe sciogliere le riserve nel fine settimana. Attende prima un segnale dai salentini vista la scadenza del suo contratto ne giugno del 2022. Con il rinnovo per un anno via al prestito in Calabria. Viceversa Goretti dovrà accordarsi con lui in maniera differente. In difesa il Cosenza dovrebbe rimanere così com’è, ma solo fino al 31 agosto. Con 5 centrali a giocarsi il posto per 3 maglie. Anzi, forse 2. Perché se sta bene, Rigione ha già dimostrato di essere insostituibile per questo Cosenza. Quindi oltre all’ex Chievo, ci sono Minelli, Venturi, Tiritiello e Vaisanen. Manca un centrale mancino con il quale poter iniziare la manovra in maniera più fluida. Goretti rimarrà attento alle situazioni che potrebbero crearsi e a Milano se ne creeranno.

Esterni

Ad oggi la batteria di esterni del Cosenza è composta da Corsi e Bittante a destra, Panico e Sy a sinistra. Con lo stesso Bittante che non avrebbe problemi ad adattarsi anche sulla corsia mancina come più volte fatto negli anni scorsi. Il ruolo, a destra, potrebbe essere ricoperto anche da Gerbo, anch’egli come Bittante in ripresa dopo il lungo stop per infortunio. Si proverà a prendere un titolare. E tutti gli indizi portano a Djavan Anderson della Lazio. Pronto a ricoprire il ruolo di quinto appena Cosenza e Lazio si metteranno d’accordo. Il calciatore ha già dato il suo ok al trasferimento in Calabria da una settimana.

Centrocampisti centrali

Nel ruolo il Cosenza ha solo tre giocatori: Carraro, Vallocchia e Boultam. Più Florenzi che può essere utile in caso di necessità. Servono assolutamente almeno una mezzala, se di piede sinistro sarebbe ancora meglio, ed un vice Carraro. Si sono fatti diversi nomi ma su nessuno di loro Goretti ha finora affondato il colpo. Bisogna avere la pazienza di aspettare perché nel ruolo servono assolutamente almeno due innesti.

Attaccanti, il pezzo forte del calciomercato Cosenza

Il Cosenza non può assolutamente sbagliare la scelta. Nel ruolo arriverà almeno un calciatore. E l’innesto dev’essere quello capace di segnare per i rossoblù quei gol che sono mancati lo scorso anno e che, al contrario, erano riusciti a portare in dote Riviere ed Asencio due stagioni fa. Caso, Sueva e Gori completeranno il reparto. Ma ai lupi serve sicuramente uno, se non due, nomi importanti per la prima linea e per un campionato dignitoso di Serie B.