domenica,Novembre 28 2021

Cosenza, ascolta Musacco: “Pandolfi è davvero fortissimo”

Tra i tanti acquisti portati a termine ieri dal Cosenza, ha destato sorpresa quello dell’attaccante Luca Pandolfi. Il classe 1998 arrivato in Calabria dalla Turris. Uno dei pochi acquisti dei lupi a titolo definitivo, visto che ha anche firmato un contratto fino al prossimo 30 giugno 2024. L’attaccante napoletano, seppur la statura abbastanza importante (1,86)

Cosenza, ascolta Musacco: “Pandolfi è davvero fortissimo”

Tra i tanti acquisti portati a termine ieri dal Cosenza, ha destato sorpresa quello dell’attaccante Luca Pandolfi. Il classe 1998 arrivato in Calabria dalla Turris. Uno dei pochi acquisti dei lupi a titolo definitivo, visto che ha anche firmato un contratto fino al prossimo 30 giugno 2024. L’attaccante napoletano, seppur la statura abbastanza importante (1,86) è un calciatore che svaria tanto su tutto il fronte offensivo. Ma a parlarci meglio di lui è Andrea Musacco che Pandolfi lo ha visto molto da vicino nell’anno in cui è esploso. Il 2018/2019 fece 12 gol in Serie D con la maglia del Castrovillari, dove l’ex cosentino Andrea Musacco aveva appena appeso le scarpette al chiodo per diventare team manager.

“Grande forza e grande personalità”

“Se c’è una cosa che emerge di Luca è la grande personalità. E’ un ragazzo che è consapevole delle proprie doti e crede tanto in se stesso. A Castrovillari quell’anno arrivò quasi in sordina, ma ci mise pochissimo a diventare il leader della squadra nonostante avesse appena vent’anni. E da lì infatti spiccò il volo per il professionismo. Ha tantissima forza nelle gambe, è generosissimo, dotato di una buona tecnica e non dà mai punti di riferimento ai difensori. Può agire sia da prima che da seconda punta. Se sentira il peso della maglia del Cosenza? Io credo di no. Sia grazie al suo carattere e sia perché comunque chi lo conosce sa che si tratta di un elemento davvero valido che ha fatto bene negli ultimi anni ed è ancora giovanissimo. E poi ormai non è più come una volta e di esempi di calciatori che hanno fatto bene in D o in C ed altrettanto bene in B ce ne sono a decine. Ai tifosi chiedo di dargli fiducia. Sono sicuro che Pandolfi li sorprenderà positivamente perché è fortissimo”.