Altre di CronacaCronacaIn evidenza home

Rende, lavoratori Almaviva: «Il nostro futuro è seriamente a rischio»

Il call center “Almaviva” ha perso la commessa dopo il passaggio di Alitalia a Ita. Il sindacato: «È assurdo che lo Stato italiano non rispetti le leggi emanate dallo Stato stesso»

Ben 66 dipendenti del call center Almaviva di Rende (Cosenza), rischiano di rimanere senza lavoro dopo che il gruppo ha perso la commessa Ita, che subentra ad Alitalia, perché non è stata inserita la clausola di salvaguardia.

«È assurdo che lo Stato italiano non rispetti le leggi emanate dallo Stato stesso» ha detto Francesco Canino segretario Fistel Cisl Calabria. «Questo contratto – ha poi aggiunto Canino – scade a metà ottobre e dovrebbe esserci il passaggio da Alitalia ad Ita e in questo frangente bisognerà trovare una soluzione altrimenti siamo certo che Almaviva essendo senza commesse avvierà le procedure di licenziamento». In tutto i lavoratori tra Palermo e Rende a rischio sono seicento e la proposta di Covisian, la nuova società che dovrà gestire il servizio clienti, di assumere i lavoratori non è vista di buon grado dai sindacati.

«Questi lavoratori – ha spiegato Alberto Ligato Lslc Cgil – perderebbero le precedenti condizioni contrattuali e verrebbero assunti con contratti di nuova stipula. Si tratta di un paradosso, perché a ciò si è arrivati solo perché la legge 11/2016 non è stata rispettata da una società a gestione partecipata».

Domenico Ritorto

Ha lavorato presso Calabria Ora fino al 2012, successivamente presso le Cronache del Garantista nell'anno 2014

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina