domenica,Novembre 28 2021

Noaro (Sport Vicenza): «Biancorossi da prime posizioni. Gori in biancorosso…»

E’ uno dei volti storici del giornalismo vicentino, tra l’altro simpaticamente conosciuto anche in tutta Italia per un video di Mai Dire Gol. Fabio Noaro, attualmente direttore di Sport Vicenza e conduttore televisivo di Canale Italia, ha parlato ai nostri microfoni in vista del match tra Cosenza e Vicenza di domenica prossima. “Vicenza, organico da

Noaro (Sport Vicenza): «Biancorossi da prime posizioni. Gori in biancorosso…»

E’ uno dei volti storici del giornalismo vicentino, tra l’altro simpaticamente conosciuto anche in tutta Italia per un video di Mai Dire Gol. Fabio Noaro, attualmente direttore di Sport Vicenza e conduttore televisivo di Canale Italia, ha parlato ai nostri microfoni in vista del match tra Cosenza e Vicenza di domenica prossima.

https://www.facebook.com/watch/?ref=search&v=10201740981239378&external_log_id=c15f8b7d-8e89-47c2-9016-a05f50452919&q=mai%20dire%20noaro

“Vicenza, organico da grande squadra”

Un Vicenza, così come il Cosenza, protagonista negli ultimi giorni di mercato: “Credo che l’organico costruito dal Presidente Rosso sia uno dei migliori della categoria. Dietro le prime 4, che personalmente considero Parma, Lecce, Monza e Frosinone, posso dire che c’è il Vicenza. La squadra di Di Carlo è completa in tutti i reparti e sono certo che tra un mese sarà tra le prime in classifica”.

“Falsa partenza”

Il Vicenza però di punti ne ha ancora 0 in classifica: “Non è che la cosa mi preoccupa in questo punto dell’anno, però devono iniziare a muoversi perché le altre corrono via. Ieri – spiega Noaro – sono stato a vedere l’allenamento della squadra e sono davvero carichi per questa partita contro il Cosenza. La considerano la prima svolta del loro campionato- Scenderanno in campo soltanto per la vittoria”.

Giacomelli, Gori, Vigorito ed i ricordi di Cosenza

Quale può essere l’arma in più in casa Vicenza: “Se devo puntare su un nome dico Giacomelli. Il capitano ha voglia di rivincita visto che l’ultima volta che è venuto a Cosenza ha sbagliato un rigore. E’ un calciatore capace di inventare in qualsiasi momento ed è la nostra bandiera. Molto probabilmente giocherà insieme a Diaw e Lanzafame”. Quest’anno in casa Cosenza ci sono anche degli ex vicentini come Gori e Vigorito: “Il primo è un attaccante che lotta tantissimo ma non è molto lucido sotto porta. Ha bisogno di un partner che sia bravo a sfruttare le sue sponde ed i suoi movimenti. Purtroppo a Vicenza lo ricordiamo più per i gol sbagliati che per quelli realizzati (3 in 27 presenze, ndr). Mi fa piacere invece per Vigorito che dalle nostre parti ha lasciato un grandissimo ricordo nelle tre stagioni in biancorosso e che ritrova a Cosenza una maglia da titolare”. Chiusura sui suoi trascorsi a Cosenza: “Sono stato all’allora San Vito tante volte. Quello che mi ricordo è un pubblico calorosissimo ed uno stadio davvero bello. Ora non vado più in trasferta ma mi sarebbe piaciuto tantissimo tornare a Cosenza”.