domenica,Maggio 22 2022

Premio Alveare 2021 (VI Edizione): ecco i premiati

Le piccole e medie imprese calabresi, il mondo della ricerca scientifica, della cultura dell’innovazione e del sociale,ancora una volta quest’anno protagoniste della VI edizione del Premio Alveare, ideato da Confapi Calabria. A Villa Rendano, nel cuore del centro storico di Cosenza, venerdì 17 settembre con unaserata-evento, tanti sono stati i premi conferiti alle realtà imprenditoriali

Premio Alveare 2021 (VI Edizione): ecco i premiati

Le piccole e medie imprese calabresi, il mondo della ricerca scientifica, della cultura dell’innovazione e del sociale,ancora una volta quest’anno protagoniste della VI edizione del Premio Alveare, ideato da Confapi Calabria.

A Villa Rendano, nel cuore del centro storico di Cosenza, venerdì 17 settembre con unaserata-evento, tanti sono stati i premi conferiti alle realtà imprenditoriali del Mezzogiorno che con coraggio, visione e sviluppo, continuano a far vivere il made in Calabria e il made in Italy nel mondo.

“Gli imprenditori sono degli eroi moderni, in Italia sono 83mila le aziendeConfapi per 1 milione di dipendenti che quotidianamente mettono a servizio dei propri territori originalità, conoscenza, creatività, innovazione. Il premio Alveare è dedicato a questi uomini coraggiosi, che non sono i perdenti della globalizzazione ma gli unici giocatori”-affermaFrancesco Napoli– presidente di Confapi Calabria e neoeletto, per la terza volta, vicepresidente nazionale di Confapi.

Il premio, che ha come simbolo l’alveare, per enfatizzare l’importanza della cooperazione e del lavoro di squadra, punta l’attenzione anche sulla valorizzazione dei talenti e delle startup di casa nostra, coinvolgendo l’Università della Calabria e il mondo delle università private, premiando chi con dedizione svolge il proprio lavoro da molto tempo ma soprattutto le tante figure competenti che si spendono quotidianamente a favore della legalità in Calabria, altro punto determinante di Casa Confapi.

Tra i premi specialidella VI edizione: Alveare alla legalità, che quest’anno è stato conferitoall’Arma dei Carabinieri, con cui Confapi, lo scorso giugno ha siglato un protocollo d’intesa per favorire insieme lo sviluppo della cultura della legalità e della sicurezza.Il patto firmato tra il comandante generale Teo Luzi e il presidente Confapi, Maurizio Casasco ha come delegato nazionale, Francesco Napoli.  Il premio è stato ritirato dal Comandante provinciale di Cosenza, il Colonnello Agatino Saverio Spoto.

Il premio “Vito Napoli”, intitolato al politico, originario della provincia di Catanzaro, è stato conferito a Gianpiero Barbuto, manager alle relazioni internazionali dell’Università della Calabria.

Il Premio “Ninetto Quattrone”, in ricordo dell’indimenticato presidente di Confapi Calabria, è stato assegnato all’Azienda agrozootecnica di Francesco Saccà, azienda reggina che affonda le sue radice nel ‘700 e recentemente sfortunatamente coinvolta negli incendi che hanno devastato l’Aspromonte.

Premio alla carriera, Confapi Calabria, quest’anno lo ha conferito adEnzo Noce, M&M Management, per i suoi tanti anni di attività al servizio del mondo dello spettacolo, come organizzatore e scopritore di talenti.

La targa 50 anniè andata al Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio”di Cosenza. Il premio è stato ritirato dal direttore, Francesco Perri.

La vera novità della VI Edizione del Premio Alveare è stata l’attenzione di Confapi Calabria al settore dell’ecosostenibilità con un premio dedicato: Premio Donne in ClasseA, conferito a Rossana Battaglia, segretario Generale Confapi Calabria.

Il Rosone, premio che ritrae il Duomo di Cosenzaè andato invece a Ilaria Sergi, projet manager di ENEA e responsabile del progetto: Calabria in Classe A.

Tra i premi speciali, in ultimo il Telesio D’argentova al prof. Federico Carli, presidente nazionale dell’associazione: “Guido Carli”, con cui Confapi Calabria, collabora da più di un anno. Il premio è stata l’occasione per ribadire l’accordo traVilla Rendano,della Fondazione Attilio e Elena Giuliani, Confapi Calabria e l’associazione “Guido Carli”, con lo scopo di coinvolgerepersonalità di alto profilo alla guida degli Osservatori.

Durante la serata, come tutti gli anni, sono state consegnati premi e targhe agli imprenditori delle 15 filiere di Confapi Calabria a chi si è distinto per innovazione, professionalità, competenza ed impegno nei vari ambiti produttivi e culturali.

Tra le PMI insignite:Impresa boschiva diPerri Giuseppina;Viaggi&Miraggi; Ristorante Agoràdello Chef Rizzo; LiquorificioQual’Italy;Gambilongo Caffè;per la formazione e la cultura,un riconoscimento va alla Sede PegasoUniversità telematica di Cosenza e allo spin-off dell’Unical, Sensyscal;per la sanità e il sociale,premiata l’associazioneOncomed. Ed ancora:Truck 33 Srl, azienda leader per la vendita accessori camion e veicoli industriali; IFG SRLper il settore Express Courier e della logistica integrata; Ruffolo Group, per la logicistica;Service CreditS.p.A, per la gestione e recupero crediti. Ed infine sono stati premiati: per la filiera Modailfashion designer,Claudio Greco eper il cinema il location manager, Vito Pasquale Arnone.

Premiato il prof. Federico Carl
Il presidente di Confapi Francesco Napoli
Premio alla legalità

Articoli correlati