martedì,Agosto 9 2022

Brusco stop per il Cosenza: Di Gennaro punisce i Lupi. Vince l’Alessandria

L’Alessandria vince il match con la rete di Di Gennaro. Il Cosenza paga a caro prezzo l’unica disattenzione difensiva. E’ il terzo ko stagionale.

Brusco stop per il Cosenza: Di Gennaro punisce i Lupi. Vince l’Alessandria

Chi si aspettava una partita più abbordabile sarà rimasto deluso dal ko del Cosenza che al “Moccagatta” di Alessandria torna a conoscere il sapore amaro della sconfitta. Una prova non brillante, quella dei Lupi di Zaffaroni, che nel primo tempo potevano passare in vantaggio in due circostanze, ma si sono accontentati di fare una partita poco offensiva e spesso individualista, senza far emergere le lacune difensive della squadra allenata da Moreno Longo. Poi nella ripresa la doccia fredda. Di Gennaio sblocca il match e fa piangere i Lupi. A dire il vero, il pareggio era sicuramente il risultato più giusto, ma i silani pagano a caro prezzo l’unica disattenzione difensiva.

Alessandria-Cosenza: il primo tempo

Reduce dalla pesante vittoria in casa contro il Crotone, il Cosenza arriva alla sfida contro l’Alessandria con l’umore alto. Dal punto di vista tattico, Zaffaroni non cambia il sistema di gioco, ormai consolidato, ma sceglie due nuove pedine: Millico e Corsi al posto di Caso e Sy

La prima frazione di gioco si gioca su ritmi abbastanza lenti, dove entrambe le squadre cercano di sfruttare gli errori delle rispettive difese per segnare il gol del vantaggio. Questo non accadrà, perché il primo tempo si conclude sullo zero a zero. Tuttavia, nel computo delle azioni è sicuramente il Cosenza a rendersi più pericoloso durante i primi 45 minuti. La coppia d’attacco Gori-Millico, tuttavia, cambia al 37’ quando il talento del Torino esce per un infortunio muscolare. Si rivede Caso.

Passano quattro minuti dalla sostituzione, quando Boultam da quasi 25 metri fa partire un sinistro diretto all’incrocio dei pali. Pisseri compie un miracolo e devia in angolo. Dal corner nasce un ulteriore brivido per i grigi. Caso mette la palla in mezzo, dopo una battuta ravvicinata, ma nessuno dei giocatori silani è capace di sfiorare il pallone, depositandolo in porta. L’Alessandria, dal canto suo, fa davvero poco. Merito del Cosenza che in fase di non possesso dimostra di essere ordinato e compatto, concedendo soltanto un tiro da fuori area all’attaccante di casa, Michele Marconi.

Alessandria-Cosenza: decide Di Gennaro

Nella ripresa, il Cosenza entra in campo con maggiore cattiveria. Caso prova uno dei suoi slalom, ma al momento di concludere cincischia e il suo destro viene ribattuto dalla difesa avversario. In questo caso poteva anche scaricare su altri due compagni che avevano lo specchio della porta non chiuso. L’Alessandria, invece, si scuote solo dopo i cambi. Milanese e Beghetto danno più incisività al gioco. Casarini intorno al 20’ colpisce una traversa con Saracco battuto. Vigorito infatti era uscito qualche minuto prima per un altro problema fisico, mentre Zaffaroni al 10’ aveva tolto Boultam per Eyango

La gara cambia al 32’: sponda di Marconi sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Di Gennaro (nella sessione invernale 2020 vicino al Cosenza), appoggia la palla in rete, praticamente senza essere marcato da alcun giocatore rossoblù. Un episodio che costringe la formazione di Zaffaroni a pigiare sull’acceleratore per agguantare almeno la rete del pareggio. Dentro dunque Gerbo e Kristofferson per Palmiero e Corsi. Le sostituzioni, però, non producono granché. Aalla fine arriva la terza sconfitta stagionale dopo quelle contro l’Ascoli e il Brescia.

Articoli correlati