lunedì,Settembre 26 2022

Castrovillari, detenuto aggredisce agente penitenziario: “Dieci giorni di prognosi”

Il Sappe denuncia l'aggressione avvenuta ieri nel carcere di Castrovillari. "Il detenuto ha aggredito senza motivo il nostro collega".

Castrovillari, detenuto aggredisce agente penitenziario: “Dieci giorni di prognosi”

Un detenuto ha aggredito, senza alcun apparente motivo, un assistente capo della Polizia Penitenziaria colpendolo con pugni al volto. E’ successo ieri, secondo quanto riferisce il sindacato di Polizia penitenziaria Sappe, nel carcere di Castrovillari.

“Il collega, traumatizzato per la violenza dell’aggressione – affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Damiano Bellucci, segretario nazionale – è stato portato in ospedale, dove gli hanno riconosciuto dieci giorni di prognosi. Sempre ieri, in serata, altri due eventi critici hanno movimentato la vita all’interno del penitenziario di Castrovillari. Un altro detenuto – rendono noto i due sindacalisti – si è barricato nella sezione detentiva del reparto protetti. Alle due di notte si è reso necessario sottoporlo a TSO (trattamento sanitario obbligatorio)”.

“Queste situazioni hanno determinato il trattenimento del personale in servizio per 24 ore consecutive. Nonostante questi gravissimi episodi che si verificano tutti i giorni nelle circa 200 carceri italiane la ministra e l’amministrazione – denuncia il Sappe – non hanno ancora assunto iniziative concrete a tutela del personale”. Il sindacato fa sapere di avere avviato “iniziative concrete fornendo al personale aggredito assistenza per azioni legali contro il datore di lavoro per ottenere il risarcimento danni”.

Articoli correlati