giovedì,Dicembre 2 2021

Cosenza, mascherine in beneficenza distribuite dalla Camera di Commercio

Il lavoro di sinergia tra la Camera di Commercio di Cosenza e i Comandi della Guardia di Finanza di Paola, Cetraro e Scalea, ha reso possibile la donazione alla collettività di mascherine sequestrate dai reparti operanti durante il periodo di emergenza Covid 19.I prodotti sottoposti a sequestro venivano commercializzati in divieto dell’art. 11 del Codice

Cosenza, mascherine in beneficenza distribuite dalla Camera di Commercio

Il lavoro di sinergia tra la Camera di Commercio di Cosenza e i Comandi della Guardia di Finanza di Paola, Cetraro e Scalea, ha reso possibile la donazione alla collettività di mascherine sequestrate dai reparti operanti durante il periodo di emergenza Covid 19.
I prodotti sottoposti a sequestro venivano commercializzati in divieto dell’art. 11 del Codice del Consumo (Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206) in base al quale “E’ vietato il commercio sul territorio nazionale di qualsiasi prodotto o confezione di prodotto che non riporti, in forme chiaramente visibili e leggibili, le indicazioni di cui agli articoli 6, 7 e 9 del medesimo decreto”.
Le mascherine sequestrate, sottoposte ad analisi dall’Asp di Cosenza e alle verifiche della Guardia di Finanza, sono risultate tuttavia utilizzabili ai sensi del Decreto Legge “Cura Italia”, per la riduzione del pericolo da contagio da Covid-19”.

A conclusione delle attività istruttorie, pertanto, la Camera di Commercio di Cosenza ha ritenuto di disporne la devoluzione gratuita agli Enti operanti sul territorio, tra i quali ad esempio, la Croce Rossa Italiana.
“L’operazione condotta dalla Camera di Commercio e dalla Guardia di Finanza – dichiara il Presidente Klaus Algieri – rappresenta un duplice motivo di soddisfazione. Se da un lato, infatti, abbiamo la conferma che la collaborazione tra istituzioni è sempre un fenomeno positivo per la collettività, dall’altro, il segnale che si dà al territorio è quello di un impegno costante per il rispetto delle regole, restituendo proprio a chi più degli altri ha sofferto momenti di grande fragilità, ciò che è stato recuperato da chi su tali fragilità voleva lucrare indebitamente.”

Il presidente Klaus Algieri

Articoli correlati