domenica,Maggio 22 2022

Zaffaroni: «Vigorito è in gruppo. La classifica non cambi la nostra mentalità»

Torna il campionato e torna la conferenza del tecnico rossoblù. Marco Zaffaroni ha avuto due settimane di tempo per metabolizzare il ko di Alessandria, seguire le evoluzioni provenienti dall’infermeria e completare un pit-stop tanto necessario quanto auspicato. In alcuni frangenti, al Moccagatta, il Cosenza è apparso in debito di ossigeno dopo aver sprintato per un

Zaffaroni: «Vigorito è in gruppo. La classifica non cambi la nostra mentalità»

Torna il campionato e torna la conferenza del tecnico rossoblù. Marco Zaffaroni ha avuto due settimane di tempo per metabolizzare il ko di Alessandria, seguire le evoluzioni provenienti dall’infermeria e completare un pit-stop tanto necessario quanto auspicato. In alcuni frangenti, al Moccagatta, il Cosenza è apparso in debito di ossigeno dopo aver sprintato per un mese intero con ottimi risultati. «Prima dell’ultimo match abbiamo cercato di lavorare nella maniera corretta e siamo incappati anche in una serie di acciacchi dovuti alle contingenze degli incontri ravvicinati. Ora siamo pronti per il nuovo ciclo di cinque partite» spiega il tecnico.

Da Zaffaroni disco verde per Vigorito

«Anderson, Bittante, Eyango e anche Vaisanen si sono portati dietro infortuni dalla stagione passata, mentre per Sy e Millico il problema era di minore entità». Zaffaroni fornisce gli ultimi aggiornamenti dall’infermeria ed alza il sipario su quanto anticipato ieri sera. «Vigorito ieri si è allenato con la squadra e credo che ce la faccia a meno di colpi di scena». Il pipelet ex Lecce, pertanto, difenderà i pali rossoblù.

Attenzione al Frosinone

Al Marulla sarà di scena una compagine allestita per veleggiare nelle zone alte della classifica e che sta ancora ricercando se stessa. «E’ un avversario di livello, vantano una rosa di profilo a prescindere dai moduli – spiega Zaffaroni -. Grosso ultimamente ha cambiato un po’, ma quello che ci deve interessare sapere è che hanno individualità importanti in ogni reparto. Hanno ottenuto in trasferta i risultati migliori, considerato che sono bravi ad attaccare gli spazi. Dovremo fare una gara di grande attenzione, cercando di completare i miglioramenti che ci siamo detti negli ultimi tempi».

Il calore del Marulla

La previsione parla di circa 4500-5000 spettatori, numero sufficiente a supportare Corsi e compagni alla vittoria. «Abbiamo la fortuna di poter contare su una tifoseria calda e di grande passione – evidenzia il tecnico -. Proprio per questo, che reputiamo un valore aggiunto, ci teniamo a non sbagliare la partita dal punto di vista dell’impegno e del temperamento. Andiamo incontro ad una serie di partite dove dovremo dimostrare di aver capito quale sia il nostro campionato». Zaffaroni non ammette cali di concentrazione, né durante la partita e né in settimana. «Guai se questi risultati abbiano indotto qualcuno a cambiare atteggiamento e approccio. Sarà l’aspetto fondamentale e decisivo per centrare il nostro vero obiettivo. Siamo partiti in una certa maniera, ma la classifica non deve mutare di una virgola il nostro pensiero».

Zaffaroni e Boultam sulla trequarti

Si chiude dando uno sguardo ai singoli. Zaffaroni spiega anche una situazione che ad Alessandria ha fatto discutere. «Boultam è un calciatore che ha qualità interessanti. Nell’ultimo incontro non l’ho sostituito per demerito, anzi. Avevo già perso un cambio e nell’economia delle sostituzioni è toccato a lui uscire. L’avvicendamento è quindi legato al momento». Poi lo spunto tattico. «In avanti sono out Millico e Pandolfi, le loro assenze possono spingerci ad avanzare qualcuno sulla trequarti e Boultam ce l’ha nelle corde. Nelle scelte iniziali terrò in conto anche questi aspetti».