domenica,Maggio 22 2022

Cosenza, Florenzi si conferma: nuovo spezzone di qualità per il 2002

Minuto 77 di Cosenza-Frosinone. Mister Zaffaroni, per contenere la pressione dei ciociari che si sta facendo sempre più intensa alla ricerca del gol vittoria, decide di effettuare un doppio cambio. Fuori Palmiero e Boultam, dentro Vallocchia e Florenzi. Nel momento di maggiore difficoltà della squadra, il Cosenza dà fiducia al giovanissimo centrocampista sardo classe 2002

Cosenza, Florenzi si conferma: nuovo spezzone di qualità per il 2002

Minuto 77 di Cosenza-Frosinone. Mister Zaffaroni, per contenere la pressione dei ciociari che si sta facendo sempre più intensa alla ricerca del gol vittoria, decide di effettuare un doppio cambio. Fuori Palmiero e Boultam, dentro Vallocchia e Florenzi. Nel momento di maggiore difficoltà della squadra, il Cosenza dà fiducia al giovanissimo centrocampista sardo classe 2002 che va a mettersi alle spalle prima di Gori e poi di Kristoffersen.

18 minuti di grande qualità

La risposta di Florenzi è delle migliori perché i suoi 13 minuti più 5 di recupero in campo sono di grandissima qualità. Non tanto da valergli un voto in pagella, ma hanno comunque dato un’impressione molto positiva. Tanta personalità nel saltare l’uomo, proporsi nelle ripartenze senza paura e tentare anche la giocata. Palle che potevano essere roventi gestite sempre nel migliore dei modi. E dire che Florenzi non vedeva il campo da un bel po’.

Ultima volta in campo a Brescia

La sua terza e fino ad ieri ultima presenza con la maglia del Cosenza, risale allo scorso 27 agosto, nella trasferta di Brescia. Pochi giorni prima, il 22 agosto contro l’Ascoli, aveva giocato un’altra bella partita. Mentre l’esordio era arrivato in Coppa Italia, nel match del Franchi contro la Fiorentina dello scorso 13 agosto. Tre presenze che sembravano poter essere soltanto un assaggio di prima squadra. Invece dopo ieri Florenzi ha risposto presente ed ha dimostrato che, quando serve, mister Zaffaroni può certamente contare su di lui. Un’arma in più per il suo eclettico Cosenza.