mercoledì,Dicembre 8 2021

Kone, esordio in A dal retrogusto amaro per l’ex centrocampista del Cosenza

E’ arrivato ieri l’esordio in A per Ben Lhassine Kone. L’ex centrocampista del Cosenza, oggi milita nel Torino, squadra nella quale è rimasto visto che in estate non è arrivata l’occasione giusta per andare via in prestito e continuare quel percorso di crescita iniziato nell’estate del 2019 e continuato fino a pochi mesi fa con

Kone, esordio in A dal retrogusto amaro per l’ex centrocampista del Cosenza

E’ arrivato ieri l’esordio in A per Ben Lhassine Kone. L’ex centrocampista del Cosenza, oggi milita nel Torino, squadra nella quale è rimasto visto che in estate non è arrivata l’occasione giusta per andare via in prestito e continuare quel percorso di crescita iniziato nell’estate del 2019 e continuato fino a pochi mesi fa con la maglia del Cosenza. Squadra con la quale ha raccolto 40 presenze (compresa la Coppa Italia) e 3 gol in due anni.

Un esordio (quasi) da titolare

Allo Stadio “Maradona – San Paolo” di Napoli mister Juric ha mandato in campo Kone quando erano trascorsi soltanto 8 minuti dal calcio d’inizio. Complice l’infortunio a Mandragora. Grande gesto di fiducia da parte del suo allenatore visto che in panchina c’erano comunque calciatori con molta più esperienza di Kone come ad esempio Baselli e Pobega. L’ex centrocampista del Cosenza si è messo in mezzo al campo insieme a Linetty e Lukic ed ha giocato una discreta partita anche se al 25′ ha rischiato di combinarla grossa visto che è stato lui a commettere il fallo in area di rigore su Di Lorenzo che ha permesso ad Insigne di presentarsi dagli 11 metri. Fortuna per il Toro che il fantasista napoletano si sia fatto ipnotizzare da Milinkovi-Savic ed abbia fallito l’occasione. Kone è stato poi sostituito al minuto 89 da Warming per provare l’assalto finale dopo che il Toro è passato in svantaggio per “colpa” del gol di Oshimen. La felicità dell’esordio in Serie A dev’essere sicuramente tanta per Kone, anche se il fallo da rigore ed il ko in extremis, hanno sicuramente reso la giornata di ieri, un po’ meno dolce.