mercoledì,Dicembre 8 2021

Marino, cuore PraiaTortora: “Ogni volta questa maglia è un’emozione fortissima”

E’ al quarto campionato con la maglia del PraiaTortora, anche se i due precedenti a quello attuale sono stati interrotti per colpa del Covid. Il portiere Mattia Marino, si confessa ai nostri microfoni. “Praia e Tortora, due città che sono nel mio cuore” Belvederese di nascita e di residenza, è ormai un figlio adottivo di

Marino, cuore PraiaTortora: “Ogni volta questa maglia è un’emozione fortissima”

E’ al quarto campionato con la maglia del PraiaTortora, anche se i due precedenti a quello attuale sono stati interrotti per colpa del Covid. Il portiere Mattia Marino, si confessa ai nostri microfoni.

“Praia e Tortora, due città che sono nel mio cuore”

Belvederese di nascita e di residenza, è ormai un figlio adottivo di Praia e di Tortora che, nell’estate del 2018, dopo gli anni da protagonista con le maglie di Real Sant’Agata e Belvedere, lo hanno visto diventare il loro portiere titolare nell’anno poi trionfalmente concluso con il double: campionato di Prima Categoria e Coppa Calabria. Da allora è scoppiato un amore folle del portiere per le due cittadine altotirreniche: “E’ proprio così. Non mi sono mai trovato così bene con una squadra. E devo ammettere che ogni anno è sempre meglio. Sento veramente un’emozione fortissima ogni volta che scendo in campo con questa maglia e difendo questi colori”.

“Ambiente ideale per fare bene. Grazie Massara”

Un ambiente ideale per fare calcio come ci tiene a sottolineare il portiere classe 1990: “Qui c’è tutto per fare bene. Merito di una grandissima società della quale, non me ne vogliano gli altri, ci tengo a ringraziare soprattutto Salvatore Massara, che da quest’anno non è più il Presidente, ma è come se lo fosse, visto che è sempre con noi e non ci fa mai mancare il suo supporto. E poi anche la squadra costruita quest’anno è davvero forte. Siamo un bel gruppo. Sono arrivati molti ragazzi nuovi tra i quali sicuramente mi ha sorpreso positivamente Andrea Puoli che non conoscevo visto che ha sempre giocato in Basilicata. Lui insieme a Petrone, sono l’arma in più della nostra squadra. Due calciatori fantastici”.

“Mister Aita un maestro di calcio”

Andrea Puoli voluto fortemente da mister Alberto Aita, da quest’anno alla guida del PraiaTortora: “Con il mister c’è stato immediatamente un grande feeling. E’ un professionista e non mi spiego come mai non abbia sfondato anche come allenatore nel calcio che conta, dopo l’ottima carriera avuta da calciatore. C’entra davvero poco con queste categorie. Lui come il suo staff: il prof. Mario Marino, preparatore atletico, ma anche quello dei portieri con il quale lavoro ogni giorni. Parlo di Daniele Lanza. Con lui mi sto allenando con metodi innovativi che non avevo mai sperimentato prima”.

“Obiettivo far bene senza pensare alla classifica”

PraiaTortora che è partito bene. Dopo 5 giornate del campionato di Promozione gli altotirrenici sono al 5° posto in classifica con 11 punti (a -2 dalla vetta), ancora imbattuti, hanno il miglior attacco del campionato con 13 gol segnati e la seconda miglior difesa con soli 3 gol subiti. “Siamo partiti bene, anche se c’è rammarico per non aver vinto domenica scorsa in casa della Bergamini. Abbiamo dominato per lunghi tratti di gara ma non siamo riusciti a trovare la via della rete”. Proprio Marino è stato protagonista questa volta in negativo con un’ingenua espulsione ad inizio ripresa per un fallo di mano quasi a centrocampo: “Purtroppo sono cose che capitano. Ho già chiesto scusa al mister ed al gruppo per quello che è successo. Mi dispiace molto anche perché non potrò giocare la prossima partita contro la Rossanese”. Sarà questo il big-match della prossima giornata, visto che gli ionici finora di punti ne hanno 12 ed in classifica sono al secondo posto: “Sarà sicuramente una sfida importante. E sono sicurissimo che Risoli saprà sostituirmi al meglio visto che si tratta di un ragazzo già pronto e con esperienze importanti alle spalle come gli anni in Eccellenza con Scalea e Morrone”. Obiettivo per il PraiaTortora: “Vogliamo fare bene ma senza assilli di classifica. Ci sono sicuramente formazioni più attrezzate di noi e costruite per il salto di categoria. Ma sono sicuro che con questo gruppo, questo staff e questo ambiente, chiunque voglia vincere il campionato debba fare i conti con il PraiaTortora”.