domenica,Agosto 7 2022

Il Rotary Club Cosenza ha affrontato il tema sul Pnrr e la Calabria

“Uno strumento importante che, però, ha bisogno di essere condiviso e conosciuto meglio da tutti anche per apportare le giuste modifiche che tengano in considerazione le singole realtà territoriali”. Questo, in sintesi, il pensiero del prof. Domenico Cersosimo nel corso di un incontro organizzato dal Rotary Club Cosenza sul tema: ”Il PNRR e la Calabria:

Il Rotary Club Cosenza ha affrontato il tema sul Pnrr e la Calabria

“Uno strumento importante che, però, ha bisogno di essere condiviso e conosciuto meglio da tutti anche per apportare le giuste modifiche che tengano in considerazione le singole realtà territoriali”. Questo, in sintesi, il pensiero del prof. Domenico Cersosimo nel corso di un incontro organizzato dal Rotary Club Cosenza sul tema: ”Il PNRR e la Calabria: occasione storica?”.

Dopo l’introduzione del Presidente del Rotary Cosenza, Paolo Piane il quale ha affermato: “Compito del Rotary è, tra gli altri, quello di discutere ed approfondire argomenti che hanno una rilevanza ed un impatto per il territorio come, appunto, il PNRR”.

“La misura è importante – ha affermato il prof. Cersosimo – ma presenta alcune criticità che devono essere analizzate e risolte se si vuole avere, davvero, una ricaduta positiva e concreta per la nostra regione. Al di là di tutte le parole che si stanno facendo, qualche volta anche in maniera non precisa, ci sono delle opportunità che dobbiamo essere in grado di cogliere per far si che, queste imponenti cifre che la Comunità Europea sta mettendo a disposizione dell’Italia, ovviamente non in maniera gratuita e a precise condizioni, non vadano disperse ma creino, davvero, sviluppo e crescita economica. Intanto il tempo è davvero poco se si pensa che, le somme, devono essere spese entro il 2026; poi manca un reale e concreto coinvolgimento delle Regioni, delle categorie imprenditoriali e professionali, della società civile nell’elaborazione dei progetti che, davvero, possono cambiare il volto del nostro paese se indirizzati nella giusta direzione, attraverso una concertazione tra tutte le parti interessate, un monitoraggio costante della spesa. L’occasione è importante, deve essere colta ma senza commettere gli errori del passato quando, per un’incapacità nella spesa, si sono restituite somme importanti alla Comunità Europea”.

Al termine del dibattito che ha seguito l’intervento del prof. Cersosimo,  si è deciso di tornare sull’argomento coinvolgendo tutti gli stakeholders interessati.