giovedì,Gennaio 27 2022

Zaffaroni: «Boultam out per Benevento. Ho scelto chi gioca tra Caso e Millico»

Marco Zaffaroni sa perfettamente che non sarà da solo, al pari della sua squadra, allo stadio Vigorito. Per Benevento-Cosenza saranno almeno 700 i fan dei Lupi al seguito, segno che c’è grande passione. Non solo, perché il credito acquisito dai rossoblù è importante e non va dilapidato. Si tratta di un impegno complicato, contro una

Zaffaroni: «Boultam out per Benevento. Ho scelto chi gioca tra Caso e Millico»

Marco Zaffaroni sa perfettamente che non sarà da solo, al pari della sua squadra, allo stadio Vigorito. Per Benevento-Cosenza saranno almeno 700 i fan dei Lupi al seguito, segno che c’è grande passione. Non solo, perché il credito acquisito dai rossoblù è importante e non va dilapidato. Si tratta di un impegno complicato, contro una compagine che vanta svariati elementi da categoria superiore. Il trainer rossoblù, tuttavia, non si fascia la testa e ribadisce un concetto già espresso di recente: «I giallorossi sono una delle squadre più importanti del campionato – spiega -. Sono una compagine completa sia dal punto di vista numerico che qualitativo. E’ candidata a tornare in Serie A, ma noi vogliamo fare di tutto per rientrare a casa con un risultato positivo. Chiedo una prestazione di sacrificio e di grande umiltà».

Boultam out per Benevento

In settimana Zaffaroni ha recuperato quasi tutti i calciatori che nell’ultimo periodo avevano frequentato di sovente l’infermeria, ma c’è una defezione a sorpresa. «A Benevento sicuramente non saranno convocati Vaisanen e Boultam che ha preso una botta l’altro giorno e non voglio rischiare – svela -. Pandolfi è rientrato solo ieri, ma da domenica mattina sarà a disposizione. Questi tre pertanto non faranno parte del viaggio, gli altri sì». Niente turnover per il Cosenza. «Guardiamo gara dopo gara, ma in base agli elementi a disposizione, avremo una distribuzione equa. I cambi diventano decisivi, perché giocheremo cinque match in due settimane. Ecco perché a centrocampo Vallocchia, Eyango, Gerbo e Florenzi avranno il loro spazio».

La questione fisica

Zaffaroni torna sul calo fisico registrato dal Cosenza sabato scorso. «Non è stato un discorso fisico – dice – ma è il tipo di gara saltata fuori. Il Frosinone per recuperare il risultato si è riversato nella nostra metà campo con cambi super offensivi. Era nostro dovere capitalizzare le opportunità che gli avversari ci avevano offerto, lasciando tanto spazio libero. Abbiamo sbagliato spesso la scelta dell’ultimo passaggio, cosa che dipende anche da un discorso di attitudine a disputare incontri del genere. Quindi preferisco parlare di abitudine e di un discorso tattico piuttosto che di condizione».

Zaffaroni, il partner di Gori e i 700 al seguito

Uno dei ballottaggi che hanno animato la vigilia riguarda il partner di Gori. Il tecnico dei Lupi dà un’importante indicazione di formazione. «A meno di problemi, per i quali faccio gli scongiuri, domani dall’inizio giocherà Caso. Millico è rientrato da poco in gruppo e può dare una mano a match in corso». Spazio, infine, per l’esodo di fan al Vigorito. «Il seguito di tifosi è un valore aggiunto – chiude Zaffaroni – E’ una grande responsabilità, perché prima di tutto viene il rispetto nei confronti di questa gente. Tutti coloro che ci seguiranno non dovranno dire mai che avremmo potuto dare di più. E’ qualcosa che non dovrà succedere, a prescindere dal risultato che contro una corazzata può essere di ogni tipo».