martedì,Luglio 5 2022

Cosenza, truffa aggravata: condannato broker di 49 anni

Un broker cosentino di 49 anni è stato condannato dal tribunale di Cosenza a un anno di carcere per truffa aggravata ai danni di una docente.

Cosenza, truffa aggravata: condannato broker di 49 anni

Il giudice monocratico del tribunale di Cosenza, Francesco Luigi Branda, nella giornata di oggi, ha condannato un broker cosentino, accusato dalla procura di Cosenza del reato di truffa aggravata. Si tratta di un 49enne cosentino, P. F., domiciliato nel comune di Montalto Uffugo, il quale avrebbe truffato una professoressa di Cosenza, assistita e difesa dall’avvocato Pierluigi Pugliese, costituitosi parte civile nel processo di primo grado.

Cosenza, truffa aggravata: le accuse

Secondo l’impostazione accusatoria, infatti, l’imputato si sarebbe fatto consegnare ben 42mila euro, con artifizi e raggiri, in più tranche, prospettando alla vittima un investimento particolarmente remunerativo e poi, purtroppo, rivelatosi inesistente e mai registrato.

La pubblica accusa, nel riconoscere la responsabilità penale dell’imputato, aveva invocato al tribunale di Cosenza una condanna a 4 mesi di reclusione, ma la parte civile, durante la discussione, aveva evidenziato la gravità delle condotte che meritavano un trattamento sanzionatorio più alto rispetto a quello prospettato dalla procura di Cosenza. Difatti, il tribunale di Cosenza, in composizione monocratica, ha condannato il broker cosentino a un anno di reclusione, oltre al risarcimento del danno da liquidarsi in separata sede ed alla rifusione delle spese di costituzione e rappresentanza in giudizio.

Sentenza di primo grado arrivata in modo celere

Grande soddisfazione è stata espressa dall’avvocato Pierluigi Pugliese per l’esito processuale, conseguito, peraltro, anche in maniera celere, atteso che, dopo soli 9 mesi dall’inizio del processo, pausa estiva compresa, si è pervenuti alla delibazione della sentenza di primo grado.

Articoli correlati