mercoledì,Agosto 10 2022

Cosenza tarda a vaccinarsi. I più scettici sono i giovani, meglio le fasce d’età over 50

Secondo i dati forniti dalla Protezione civile, Cosenza è penultima davanti a Reggio Calabria. Alta la percentuale di anziani immunizzati ma la metà del target non è stato raggiunto

Cosenza tarda a vaccinarsi. I più scettici sono i giovani, meglio le fasce d’età over 50

Mentre il virus ricomincia a mordere gettando nel panico non solo l’Estero ma anche alcune regioni italiane, la contraerea del vaccino, dopo uno sprint estivo, dettato dallo spauracchio delle limitazioni dovute all’obbligo di Green Pass, sta rallentando e di molto.

Pregiudizi e paure bloccano le vaccinazioni

La crescita per le somministrazioni di vaccini nella provincia di Cosenza non fa che rallentare. Secondo il report fornito dalla Protezione civile, rispetto al 20 ottobre la percentuale di vaccinati con la prima dose è passata dall’80% all’81% della popolazione, mentre il totale di chi ha ricevuto entrambe le dosi venti giorni fa era del 72% mentre al 7 novembre è segnata al 73%.

Le restrizioni del Green Pass non hanno scoraggiato lo zoccolo duro dei no-vax, che piuttosto che sottoporsi alla vaccinazione, effettuano tamponi a stretto giro. La fotografia che ne esce fuori è di una Cosenza al penultimo posto come provincia per somministrazioni, peggio fa Reggio Calabria che si attesta in fondo con il 75% di prime somministrazioni e il 68% di vaccinati con ciclo completo.

Guardando alla Calabria, comprese le dosi di J&J, risulta che il 76% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale con due dosi, mentre l’81% ha ricevuto almeno la prima somministrazione.

Tornando a Cosenza, per quanto riguarda la prima somministrazione, sono 6265 gli over 80 che hanno scelto di non sottoporsi all’iniezione, 7623 (fascia 70-79 anni), 12.253 (fascia 60-69 anni), 18.921 (50-59 anni), 21.208 (40-49 anni), 166897 (fascia 12-39 anni).

Dunque dai dati i più scettici appaiono proprio i più giovani. Su un totale di 618656 abitanti sono 498.524 i vaccinati con il primo ciclo e 455.131 con entrambe le dosi e 120.132 i non vaccinati.

Dalla fascia 49 in giù i target non risultano raggiunti, abbassando la media complessiva dell’intera provincia.

Articoli correlati