mercoledì,Giugno 29 2022

Un secolo di Astor Piazzolla. Il Rendano ritorna all’opera nel segno del grande tango

Un colorato concerto-spettacolo dedicato al grande musicista argentino ha infiammato il teatro di tradizione cosentino

Un secolo di Astor Piazzolla. Il Rendano ritorna all’opera nel segno del grande tango

Il secondo atto di “Torniamo all’Opera”, iniziativa promossa, insieme al Comune di Cosenza, al Teatro Rendano e al Conservatorio “Stanislao Giacomantonio”, dall’Associazione Musicale “Orfeo Stillo”, storico sodalizio che ininterrottamente da 35 anni si occupa, con particolare apprezzamento, di divulgazione culturale e di promozione, formazione e produzione musicale sull’intero territorio regionale.

Un secolo di incanto sulle note di “Vuelvo al Sur”

Nella programmazione allestita fino alla fine dell’anno dal direttore artistico Luigi Stillo e dal direttore organizzativo Giusy Ferrara, la serata inaugurale ha riservato un posto speciale ad Astor Piazzolla, il grande compositore e musicista argentino, proprio mentre dappertutto si stanno svolgendo le celebrazioni dei cento anni dalla nascita di questa grande figura del mondo musicale che rivoluzionò il tango.


Ed il tango, nel concerto-spettacolo del Rendano, “Vuelvo al Sur”, dal titolo della famosa canzone composta
da Piazzolla su testo di Fernando Ezequiel Solanas, tra i registi più rappresentativi del cinema argentino, ha
avuto un ruolo centrale, in un connubio tra musica e danza unite per sublimare il tributo allo stesso
compositore e musicista di Mar del Plata.

Di particolare pregio le esecuzioni dell’Orchestra del Mediterraneo “San Francesco di Paola”, splendida realtà in continua crescita e per l’occasione affidata alla direzione del Maestro Francesco Perri che ha curato anche le orchestrazioni, gli arrangiamenti e le trascrizioni. Impeccabili gli archi che si sono ben amalgamati con il virtuoso violinista solista Pasquale Allegretti Gravina che ha strappato moltissimi applausi al numeroso pubblico accorso.

Particolarmente incisivo il contributo che è venuto dallo stesso direttore d’orchestra Francesco Perri che al pianoforte ha punteggiato i suoi interventi con la tecnica ed i virtuosismi che gli sono universalmente riconosciuti. Non c’era miglior modo di rendere omaggio ad uno dei padri nobili del tango se non prevedendo la presenza in scena di autentici tangueros.

Al Rendano tra danza e musica

E’ esattamente quanto hanno fatto gli apprezzatissimi Ciccio Aiello e Ida Luchetta e
l’elegante ballerina Eleonora Pasqua che hanno conferito allo spettacolo quel tocco coreografico quasi
necessario (a firma dello stesso Ciccio Aiello) che si è ben armonizzato con l’esecuzione delle pagine
musicali scelte per celebrare Piazzolla: dall’ouverture “Meditaciòn” alla celeberrima “Invierno porteño”, a
“Esqualo”, fino a suscitare l’entusiasmo della platea nella riproposizione di brani come “Oblivion” e
“Meditango”, non prima di aver eseguito la struggente “Vuelvo al Sur” che dava il titolo al concerto-
spettacolo.

Standing ovation per il gran finale

La standing ovation finale, oltre alle ripetute richieste di bis, prontamente soddisfatte, ha
suggellato la serata che ha visto anche la presenza, tra il pubblico, del sindaco Franz Caruso. Prossimo
appuntamento di “Torniamo all’Opera”, sabato 13 Novembre, sempre alle ore 18.00, con il concerto
“Crepusculum: fogli d’album ed estratti d’opera”, protagonisti l’apprezzato soprano Giorgia Teodoro,
vincitrice di numerosi e prestigiosi concorsi lirici, tra i quali il premio 2019 “NuovoImaie”, ed il Maestro
Luigi Stillo al pianoforte.