giovedì,Dicembre 2 2021

Bomba a Rose davanti a un negozio di calzature: indagano i carabinieri

Danneggiate le vetrine del noto esercizio commerciale "Pasqualino". Sul posto i militari dell'Arma per le indagini

Bomba a Rose davanti a un negozio di calzature: indagano i carabinieri

Un’intimidazione netta e chiara. Un segnale della criminalità organizzata che prima di Natale bussa alla porta degli esercizi commerciali, sperando di trovare chi, temendo ritorsioni, si piega al ricatto. Quando invece ci si trova un muro davanti, la risposta è veemente, spregiudicata.

Sono passate le 21 del 19 novembre 2021: ignoti piazzano una bomba carta davanti una vetrina del noto negozio di abbigliamento e calzature “Pasqualino“, uno degli esercizi commerciali più conosciuti in tutta la provincia di Cosenza. Una realtà solida che dà lavoro a tantissime persone in una terra dove l’occupazione è ai minimi storici.

Rose, la bomba carta distrugge una vetrina

L’esplosione è roboante. I primi ad accorrere sono proprio i titolari del negozio che nel piano superiore della struttura commerciale hanno aperto da tempo un ristorante. Capiscono immediatamente che è successo qualcosa di grave ed avvertono la Centrale Operativa dei carabinieri. Sul posto si reca una gazzella della Radiomobile di Rende, mentre dopo pochi minuti arrivano i carabinieri del Nucleo Operativo. La bomba carta ha danneggiato seriamente una vetrina e il soffitto. I detriti sono distribuiti sulla parte destra del piazzale. Per fortuna le auto che erano parcheggiate lì vicino non vengono interessate dall’evento delittuoso.

I militari del Norm e la Scientifica sul luogo della deflagrazione

Sul posto anche una squadra degli Artificieri

La zona si riempie di curiosi e di amici di famiglia, arrivati a sostenere il proprietario. I militari dell’Arma, intanto, ispezionano l’area per individuare altre telecamere di videosorveglianza. L’obiettivo, ovviamente, è quello di acquisire più informazioni possibili al fine di di dare un volto e un nome ai criminali. Prima delle 23 giunge sul posto anche la squadra degli Artificieri. Segnano le zone adiacenti all’esplosione e circuiscono il piazzale, facendo spostare tutte le macchine. Ogni dettaglio può essere determinante e lo repertano.

Contrada Petraro è scossa

I curiosi vanno via. Davanti al negozio rimangono i carabinieri per proseguire nei rilievi tecnici. Dall’altra parte, il proprietario con i familiari. Contrada Petraro è scossa, ma sarà al fianco di chi non abbasserà mai la testa dinanzi a chi chiede il “pizzo”.