mercoledì,Dicembre 8 2021

Il Jova Beach Party torna in Calabria, ma non a Praia a Mare

Nella conferenza stampa di oggi tenuta dal cantautore è stato reso noto che Roccella Jonica è l'unica tappa calabrese

Il Jova Beach Party torna in Calabria, ma non a Praia a Mare

Il Jova Beach Party, la serie di concerti sulle spiagge più belle di d’Italia firmata Jovanotti, torna nel 2022 e anche stavolta farà tappa in Calabria. Ma mentre per Roccella Jonica sono state confermate due date, il 12 e il 13 agosto all’area natura village, Praia a Mare resta a bocca asciutta, sebbene nell’estate del 2019 abbia rappresentato una delle tappe più suggestive dell’intero evento. Chi aveva seguito la vicenda, però, non resterà sorpreso. Nonostante l’eco mediatica e il successo di pubblico, il Jova Beach Party fu pesantemente criticato dal sindaco Antonio Praticò, che tra le altre cose minacciò di trascinare lo staff dell’artista nelle aule di tribunale.

I contrasti con De Lorenzo

Lo spettacolo di Jovanotti ha inconsapevolmente rappresentato uno spartiacque nella politica praiese. Subito dopo l’evento, infatti, l’allora assessore al Turismo Antonino De Lorenzo, organizzatore e promotore del Jova Beach Party, lamentò pubblicamente difficoltà e presunti tentativi di sabotaggio nella realizzazione dello spettacolo che, a sentire la sua versione, non avrebbe trovato il giusto supporto da parte del primo cittadino. Non sappiamo se ciò corrisponde a verità, ma sappiamo con certezza che in una seduta consigliare dell’aprile scorso il primo cittadino, poco prima di finire in una bufera giudiziaria, ha ribadito la sua contrarietà all’evento. In un atto pubblico, sottoscritto dal segretario comunale, si legge che Praticò ha dichiarato: «Le grandi manifestazioni, ad esempio il Giro d’Italia (anche questo organizzato da De Lorenzo, ndr), hanno avuto una valenza mediatica ma nulla hanno portato al territorio. Per il Jova Beach Party si pretendeva che l’Ente elargisse un corrispettivo di circa 100mila euro. L’evento, peraltro, fatta salva la valenza mediatica, nulla ha portato al territorio». Al concertone, però, si erano presentati in 30mila e biglietti esauriti mesi prima. Il rapporto tra De Lorenzo e Praticò, già logoro da tempo, si spezza, con l’assessore che rimette le deleghe del Turismo e da consigliere lascia la maggioranza, passando ai banchi dell’opposizione.

Dalla spiaggia al tribunale

Con la delibera n° 218 del 18 ottobre 2019, quindi pochi giorni dopo le dimissioni di De Lorenzo, la giunta comunale praiese, composta anche dagli assessori Pasquale Fortunato, Anna Maiorana e Laura Depresbiteris, autorizzò il sindaco a costituirsi in giudizio per la richiesta di risarcimento dei danni subiti sul manto stradale a seguito del Jova Beach Party. L’area a cui si fa riferimento è il parcheggio adiacente l’arenile dove si svolse il concerto. Dopo questo affronto, al di là degli esiti giudiziari, lo strappo tra l’amministrazione comunale praiese e lo staff dell’artista sembra irricucibile. La conferma nella conferenza stampa di oggi tenuta dal cantautore, durante la quale è stato reso noto che Roccella Jonica è l’unica tappa calabrese del nuovo tour.