giovedì,Dicembre 2 2021

Penna e D’Ippolito alla Commissione per il rinnovo degli elenchi dei giudici popolari

Maggioranza e opposizione hanno indicato ognuna un proprio rappresentante votando l'ultimo punto del consiglio comunale di ieri

Penna e D’Ippolito alla Commissione per il rinnovo degli elenchi dei giudici popolari

L’ultimo punto all’ordine del primo Consiglio comunale di Cosenza ha visto ieri l’elezione di Chiara Penna e Giuseppe D’Ippolito quali membri della Commissione per l’aggiornamento degli elenchi dei giudici popolari. Maggioranza e opposizione hanno indicato un loro rappresentante a testa rispettivamente con 23 e 8 preferenze. Prima della seduta, il sindaco Franz Caruso aveva invece incontrato le autorità e i rappresentanti delle istituzioni e anche i dirigenti comunali, nel salone di rappresentanza.

«Sono particolarmente lieto della vostra presenza alla quale tenevo molto – aveva detto il primo cittadino – perché è una giornata speciale. Non solo per me, come Sindaco neo eletto della città di Cosenza, ma anche per la mia squadra di governo, per i consiglieri comunali e per tutta la comunità cosentina». Franz Caruso ha ricordato che dopo qualche minuto ci sarebbe stata la seduta di insediamento del nuovo consiglio comunale della città di Cosenza. «Un momento istituzionale di particolare importanza – ha detto Caruso – in quanto aprirà ufficialmente una nuova fase della vita del civico consesso e, con essa, una nuova fase della vita della nostra città».

Poi si è rivolto ancora alle autorità presenti. «Non posso non rendervi partecipe della mia aspirazione che è quella di veder rinsaldato il legame del Comune di Cosenza con le autorità e le cariche territoriali dello Stato. Quel vincolo di collaborazione istituzionale che – questo il mio auspicio – spero possa essere rafforzato sempre di più. Quella tra l’Ente comunale e le altre espressioni istituzionali sul territorio è una sinergia assolutamente indispensabile ed insieme la precondizione per poter affrontare in maniera razionale, rigorosa e proficua le sfide che ci attendono e le molteplici problematiche, a partire dall’emergenza pandemica, che sono maggiormente afflittive per la nostra comunità, tra le quali, al primo posto, ritengo vadano inserite tutte le questioni legate al welfare, all’area del disagio e alle vecchie e nuove povertà. La vostra presenza oggi è oltremodo gradita e così importante per tutto il Comune di Cosenza che ho ritenuto di dover dar corso alla cerimonia della fascia tricolore, anziché nell’aula delle adunanze, come solitamente è avvenuto in occasione dell’insediamento del Consiglio comunale, qui, in questa sala».